NAPOLI: PROSEGUE LA LOTTA OPERAIA CONTRO LA CHIUSURA IMPOSTA DA WHIRLPOOL

Stampa

Da domani, 1 gennaio 2021, scatta la cassa integrazione Covid per i dipendenti dello stabilimento Whirlpool di Napoli. Sarà il preludio al licenziamento imposto dall’azienda che avverrà dal primo aprile,  quando scadrà il blocco imposto dal governo alle aziende.

||||
|||| ||||

La multinazionale USA sta disertando gli incontri al Mise e prosegue con il proprio piano di dismissione contro il quale i dipendenti dello stabilimento di via Argine, nella periferia Est di Napoli, si sono organizzati  con un presidio permanente davanti alla fabbrica.

Ufficialmente lo stabilimento avrebbe chiuso i battenti già lo scorso 31 ottobre, ed è per questo che ii licenziamenti diventeranno effettivi dal prossimo 1 aprile, quando il governo sbloccherà la possibilità dopo un anno di sospensione causa pandemia da Covid19.

Ma i lavoratori non ci stanno, la partita non è chiusa e continuano a chiedere vengano rispettati gli accordi presi anni fa e adesso disattesi.

Ne parliamo con Italia, operaia della Whirlpool . Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons