Editoriale

  • Green Pass: andare oltre un dibattito infruttuoso
    Muoversi nella realtà attuale comporta confrontarsi con una complessità di contraddizioni trasversali che attraversano l'intero corpo sociale. Molto spesso queste fratture non si danno, per il momento, sulle direttrici che vorremmo, in particolar modo nelle società occidentali dove assumono tratti confusi, ondivaghi e difficili da interpretare. C'è bisogno di mettere da parte certezze e interpretazioni eccessivamente statiche, per misurarsi con ciò che si muove, consapevoli che magari per lungo tempo la strada sarà stretta ed il sentiero tortuoso e che…
in CONFLITTI GLOBALI
Genova 2001: spunti per la riflessione

Genova 2001: spunti per la riflessione

Proponiamo qui una riflessione sulle caratteristiche che ha assunto il movimento-evento di Genova luglio 2001. Per cercare di cogliere alcune peculiarità politiche in genere non considerate. Quando si guarda ai…

2° Campeggio di Ecologia Politica in Val di Susa

Il network nazionale di Ecologia Politica è lieto di invitarvi al secondo campeggio in Val di Susa dal 27 al…

Genova 2001: un momento in cui non si poteva non esserci (video)

Continuiamo ad affrontare una riflessione sul ventennale di Genova 2001, questa volta partendo dalla viva voce dei e delle militanti…

CONFLITTI GLOBALI

Pandemia, vaccino, pass sanitario: per una posizione rivoluzionaria

Abbiamo tradotto questo interessante articolo di ACTA che affronta il tema delle proteste contro il pass sanitario in Francia ponendo il tema della necessità di un'inchiesta militante. Naturalmente è necessario tenere presente la differenza tra i due contesti, sia rispetto alle dimensioni del fenomeno, sia per quanto riguarda le sue premesse, ma alcune delle considerazioni del testo meriterebbero un approfondimento anche dalle nostre parti.

NO TAV&BENI COMUNI

Incendi in Sardegna

Insieme ad un compagno sardo, che vive in uno dei comuni interessati dagli incendi, parliamo della situazione attuale degli incendi, dell'autorganizzazione popolare in risposta, dello sciacallaggio dei politici, dei problemi strutturali e della mancanza di risorse nella manutenzione dei territori.

CONFLITTI GLOBALI

TUNISIA. PARLAMENTO DIMISSIONATO DAL PRESIDENTE SAIED. ESERCITO NELLE STRADE

Momenti di tensione stamani davanti all’ingresso del Parlamento, la cui sicurezza è affidata da questa notte all’esercito dopo che il presidente tunisino Kais Saied ha dimissionato il governo sospendendo il parlamento per 30 giorni, revocare l’immunità ai deputati e licenziare il premier Hichem Mechichi. Si sono formati due gruppi contrapposti, da un lato i sostenitori del presidente e dall’altro quelli del partito islamico Ennhadha, che ha parlato di “colpo di stato” e chiamato a raccolta i suoi elettori .

Notes

Operaismo e composizione di classe

di Sergio Bologna Il concetto di composizione di classe è l’architrave della rivoluzione copernicana operaista, uno dei principali punti di rottura con la tradizione marxista e le sue ossificazioni. Attraverso…

Comics

Join the partisans!

Abbiamo intervistato Darko, inventore di un gioco di ruolo dal bellissimo titolo "Join the partisans - Postani partizan", ambientato nella Slovenia occupata dalle truppe nazifasciste. Il sito ufficiale del gioco…

Culture

Eduardo Galeano: la storia che diventa poesia

Il 13 aprile 2015 moriva Eduardo Hughes Galeano, giornalista, scrittore e saggista uruguaiano, una delle voci più importanti del continente latinoamericano. di Maria Teresa Messidoro (*) “La divisione internazionale del…

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons