Presidio per Madalina, sospeso il decreto d'espulsione

Stampa

Sospeso il decreto di allontamento del prefetto su Madalina. Infatti dovrà prima esprimersi un giudice sul ricorso presentato. Oggi si è tenuto un presidio di solidarietà davanti alla prefettura.

||||
|||| ||||

Diverse settimane fa è stato notificato a Madalina, attivista rumena dei movimenti per il diritto all'abitare, un provvedimento di espulsione dal territorio italiano. Madalina viene descitta come un soggetto non integrato. E' evidente, invece, che ad essere attaccato è il suo attivismo sociale e politico. La solidarietà che da tutta Italia viene espressa nei suoi confronti vuole mostrare l'inconsistenza di queste accuse. Negli scorsi giorni è stato firmato un appello da oltre 700 persone, con diversi esponenti della comunità accademica e del mondo dell'associazionismo, che chiede al Prefetto Basilone di tornare suoi sui passi.

Oggi scadeva il termine per Madalina per lasciare l'Italia. Il decreto di allontamento è stato sospeso, prima dovrà esprimersi un giudice sul ricorso presentato da Madalina. Questa mattina dalle 11.00 si è tenuto un presidio davanti alla prefettura. Tanti gli interventi che ribadevano l'assurdità e l'ingiustizia del decreto.

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);