ARRESTATO RIDER A GRECO PIRELLI PERCHÉ VOLEVA TORNARE A CASA

Stampa
Video

Ripubblichiamo il comunicato di Deliverance Milano (collettivo politico di precari e fattorini attivi nel delivery food) sull'assurdo e violento arresto di un rider pendolare. Questa vicenda è indicativa tanto del trattamento e dell'attenzione riservata ai lavoratori del delivery da parte delle istituzioni, quanto del razzismo sistematico e della profilazione razziale che quotidianamente si verifica sulle linee di Trenord (di cui vi sono diverse testimonianze nel tempo). 

||||
|||| ||||

Ieri sera la polizia in stazione Greco Pirelli a Milano ha arrestato Emma, un rider pendolare (con permesso di soggiorno e che paga regolarmente l'abbonamento) che ha partecipato alle proteste, perché voleva salire sull'ultimo treno con la bicicletta per tornare a casa invece di essere costretto ad abbandonarla in stazione o a dormire su una panchina.

Tutto questo è semplicemente assurdo. Vogliamo i vagoni per le biciclette su tutti i treni e dignità per tutti i rider! Non può essere a discrezione di un capostazione la decisione di lasciarci salire o no sul treno, vogliamo poter lavorare!

Durante il lockdown farci lavorare senza protezioni vi stava bene e questa è la vostra ricompensa?

La mobilità è un diritto, la risposta di Trenord e di Regione Lombardia non può essere la repressione poliziesca. Vogliamo risposte, ORA!

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons