ROMA: PROCESSO PER DIRETTISSIMA PER TRE ATTIVISTI DI “ULTIMA GENERAZIONE”

Stampa

Tre attivisti di Ultima Generazione , Laura, Michele e Chloé sono stati arrestati ieri mattina (ndr il 19), subito dopo l’azione non violenta alla sede ENI Energy store a Roma, in via Degli Ammiragli.

||||
|||| ||||

Un’azione che è partita – come sempre – avvertendo chiunque fosse all’interno del locale di non avvicinarsi alle vetrate per evitare di farsi male, e invitando a uscire per una maggiore sicurezza. Si sono sedut poi sul marciapiede, gridando quello che cittadini e cittadine di tutto il mondo stanno gridando da anni: abbiamo paura, e aziende come ENI – con programmi che vanno a sostenere trivellazioni e sfruttamento di combustibili fossili, vestendosi di una finta attenzione per la crisi climatica – sono ciò che sta più di ogni altro contribuendo a una situazione di catastrofe che non potrà fare altro che peggiorare se non si agisce immediatamente.

Questa mattina il processo per direttissima con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, violenza privata e danneggiamento. In piazzale Clodio, davanti al tribunale in cui avverrà il processo, è in corso un presidio. Il collegamento con Beatrice attivista di Ultima Generazione Roma  Ascolta o scarica

AGGIORNAMENTO DEL POMERIGGIO DEL 20 APRILE 2022: I 3 attivisti sono stati rilasciati, ma andranno a processo il prossimo 15 settembre. Commenta la notizia ancora Beatrice. Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons