Joy: la polizia stupra, lo stato si auto-assolve

Stampa
Joy: la polizia stupra, lo stato si auto-assolve
E' stato assolto con formula piena l'ispettore di polizia Vittorio Addesso, in servizio al Cie di Milano, accusato di violenza sessuale aggravata per aver molestato nel 2009 Joy, una ragazza nigeriana detenuta nel lager di Stato per migranti del capoluogo lombardo. La sentenza di assoluzione è stata emessa oggi con rito abbreviato dal gup di Milano, Simone Luerti. Lo stesso pm Gianluca Risco aveva chiesto l'assoluzione.

"Ci chiediamo se tanta attenzione alle garanzie dell'imputato sarebbe stata osservata a parti inverse -hanno detto i legali di Joy, gli avvocati Eugenio Losco e Mauro Straini-.
E' infatti la parola di una straniera contro un rappresentante dello Stato".

L'avvocato Eugenio Losco ai microfoni di RadiondadurtoRadiondadurto Il commento su Radio Onda RossaRadio Onda Rossa dell'avvocato e di una compagna che ha seguito tutta la vicenda
Sul 'caso Joy' vedi: noinonsiamocomplici.noblogs.orgnoinonsiamocomplici.noblogs.org

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons