Bergamo: Maroni respinge anche il dissenso

Stampa
Video

 

Questa mattina ad accogliere il ministro Maroni c’era anche chi voleva dimostrate tutto il proprio disappunto per le politica sull’immigrazione del governo e di Schengen. Qualcuno che crede semplicemente che le persone abbiano il diritto di vivere in qualsiasi parte del nostro pianeta, senza subire alcuna discriminazione. Il tentativo di srotolare lo striscione di contestazione è stato impedito con ogni mezzo da parte delle forze dell’ordine. Spintoni, insulti, calci e pugni per impedire ciò che per Maroni evidentemente sarebbe stato intollerabile: essere nuovamente contestato a Bergamo. L’iniziale reazione di stupore di passanti e commercianti si è presto trasformata in una decisa e determinata contrapposizione verbale ai poliziotti.

Bergamo: Maroni respinge anche il dissenso

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons