SPAGNA: AGENTE ACCUSA “ATTENTATI A BARCELLONA PER DEPOTENZIARE IL MOVIMENTO INDIPENDENTISTA”

Stampa

Bufera in Spagna per le dichiarazioni di un ex-alto funzionario dei servizi segreti spagnoli, José Manuel Villarejo, nell’ambito del processo che lo vede imputato per intercettazioni illegali ai danni di poltici e uomini d’affari.

||||
|||| ||||

L’uomo ha accusato il Centro Nacional de Inteligencia, e in particolare l’allora direttore dell’agenzia, Felix Roldan, di essere rimasti spettatori degli attentati jihadisti di Barcellona e Cambrils dell’agosto 2017 quando morirono 16 persone. Gli attacchi sarebbero tornati utili per alimentare un clima di paura e insicurezza nella comunità catalana, depotenziando le istanze del movimento indipendentista e rafforzando il ruolo “protettivo” dello stato spagnolo. I movimenti indipendentisti catalani, che avevano a più riprese chiesto l’apertura di una commissione d’inchiesta, sempre respinta da Pp e Psoe, denunciano l’attuazione di una vera e propria strategia della tensione. Sentiamo Rolando, compagno italiano che vive da tanti anni a Barcellona. Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons