ELEZIONI 2020: CRESCITA CONTINUA DI FRATELLI D’ITALIA. QUALI RAGIONI ALLA BASE DEL SUCCESSO DEL PARTITO DI GIORGIA MELONI?

Stampa

Le elezioni amministrative di questo 2020 confermano la crescita costante di Fratelli d’Italia. Il partito guidato da Giorgia Meloni e nato nel 2012 da una scissione del Popolo della Libertà, ha visto nelle precedenti tornate un incremento impetuoso dei consensi. Già in occasione delle Europee dell’anno scorso l’istuto Cattaneo di Bologna metteva in luce la rapida ascesa del gruppo, riportando nell’analisi dei flussi elettorali come “dalle due elezioni europee del 2014 e poi del 2019 gli elettori sono quasi raddoppiati: da 1.004.037 sono passati a 1.897.463 (la percentuale è cresciuta dal 3,7 al 6,7). “

||||
|||| ||||

Le regionali confermano la tendenza rispetto ai risultati del 2015, in alcuni contesti anche con un quadruplicamento dei voti. In sintesi il quadro generale: in Veneto Fratelli d’Italia passa da 48.163 a 196.310 e si conferma nettamente secondo partito davanti a Forza Italia, stessa cosa in Liguria dove cresce da 16.562 a 68.088, sempre secondo gruppo in Toscana dove aumenta addirittura di quattro volte il proprio consenso da 51.152 a 218.161 voti. Esplosione nelle Marche, dove il nuovo presidente Francesco Acquoroli è di Fratelli d’Italia. La lista partitica ha preso 116.231, staccando di soli 4 punti percentuale la Lega, a differenza del 2015 quando aveva preso 34.538. Più contenuta la crescita in Campania da 124.543 a 140.918, dove però è primo partito davanti a Lega e Forza Italia. Stesso primato in Puglia dove balza da 39.164 a 211.693.

Da dove nasce questo exploit del consenso elettorale? Da un travaso di voti proveniente da altri partiti della destra oppure da una fetta ulteriore di popolazione? Quali sono le caratteristiche alla base di questo successo e quali effetti produce sulla galassia dell’estrema destra?
Ce lo spiega Elia Rosati nostro collaboratore, ricercatore e docente presso la Facoltà di Scienze Politiche e il Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano, esperto dei movimenti e gruppi neofascisti italiani ed europei.
Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons