InfoAut
Immagine di copertina per il post

Milano, 16 marzo: corteo nazionale. Dax vive! [la diretta]

 

Dax oggi è stato ricordato da un corteo militante, determinato, con obbiettivi praticati da compagni e compagne che si sono riconosciuti ancora una volta nella pratica della lotta, dell’azione diretta, dell’antifascismo e dell’anticapitalismo. Migliaia in corteo per una Milano che non dimentica, per collettivi e centri sociali di tutta Italia che ancora una volta si sono fatti carico della militanza di Dax, portandola avanti nelle lotta per la casa, nell’antifascismo militante, nell’avversare e combattere questo stato di cose.

Un corteo che ha degnamente ricordato Dax, al fianco di tutti i compagni e le compagne in cordone nel corteo, oggi, come dieci anni fa, come nei prossimi anni a venire.

Dax è vivo e lotta insieme a noi!

 

Il lungo e intenso corteo si è concluso con occupazioni di casa a scopo abitativo. Occupazioni all’interno della lotta per la casa, che all’interno dello stesso corteo con i suoi spezzoni, hanno portato ancora una volta in evidenza questo problema, che attanaglia la città di Milano e tutto il paese. Occupazioni che ancora una volta vanno a dare delle risposte concrete alla gente che ogni giorno lotta contro questa crisi e che trova risposte solo dalle lotte che partono dal basso e dal basso riescono a portare contro potere nei quartieri e nelle città.

 

Ore 19.05:  Col scendere della sera, il corteo sfila lungo i viali che portano all’area occupata Grizzly. Una giornata intensa per i suoi contenuti che hanno ribadito la voglia di lottare contro ogni fascismo, crisi e auterity. Sono state sanzionate diverse banche e palazzi del potere senza mai dimenticare Davide Dax.

 

Ore 18.40: Il corteo prosegue il suo percorso verso la conclusione allo spazio occupato Area Grizzly. Uno spazio occupato nella giornata di ieri dopo le mobilitazioni degli studenti, all’interno di una lunga e importante tre giorni per ricordare Davide Dax nel decennale della sua morte per mano fascista. Qui il programma completo della tre giorni.

 

Ore 18.15: Altra banca attaccata sfondata e in fiamme. In questo istante anche lancio di lacrimogeni dal fondo del corteo da parte della polizia. Tutto tranquillo con un immenso corteo che continua a riversarsi per l centro di Milano.

 

Aggiornamento ore 18.00: Un lungo corteo sta sfilando per le vie e il centro di Milano, oltre 10.000 persone da tutt’Italia. Un corteo popolare, ricco di famiglie italiane e migranti con i loro bambini, dal quale escono diversi interventi: dalla lotta per la casa, alla lotta contro ogni fascismo. Un corteo ricco di soggetti sociali che con la giornata di oggi stanno ribadendo la loro voglia di lottare. 

 

Ore 17.55:  Colpita una scuola militare. Sfondata la porta d’ingresso e lanciati diversi  fumogeni. Un altra azione da parte del corteo che sta sfilando per le vie di Milano con Dax nel cuore. Un altra azione arrivata dopo aver sanzionato altre banche ed aver allontanato diversi “cameramen” della polizia.

 

Ore 17.40: Anche la coda del corteo sanziona il locale “amico” dell’estrema destra milanese con lancio di bottiglie e bombe carta. Nel frattempo la polizia in coda al corteo prende metri e lentamente si avvicina.  

 

Ore 17.00: Il corteo prosegue tranquillo, per le vie di Milano, con diversi interventi dal suo interno. Si continua a ribadire l’importanza della lotta contro ogni fascismo. Sanzionato, oltre a diversi palazzi del potere come le banche, un noto locale milanese che abitualmente ospita formazioni neo fasciste. 

 

Ore 17.00: In via Brioschi viene posta la corona sulla lapide che ricorda Dax. In coda al corteo scontri davanti al commissariato di Via Tabacchi, con lanci di pietre e fumogeni. La polizia lancia lacrimogini ma la situazione sembra calma. ll corteo in coda è ripartito in cordone per evitare l’arrivo della polizia distante alcuni centinaia di metri.

Ascolta la diretta con una corrispondente di Radio BlackOut dopo l’azione al commissariato di via Tabacchi

{mp3remote}http://www.infoaut.org/images/mp3/corteo_dax3.mp3{/mp3remote}


Ore 16.45
: Mentre anche la coda del corteo comincia a muoversi, la testa sfila davanti a un commissariato blindato  di via Tabacchi con un lungo applauso per le mamme di  e C e per il papà di Abba.

 

Ascolta la diretta dallo spezzone universitario ai microfoni di Radio BlackOut

{mp3remote}http://www.infoaut.org/images/mp3/dax_corteo2.mp3{/mp3remote}

 

Ore 16.30: Oltre 10mila persone stanno partecipando al corteo che risulta avere una forte connotazione popolare con la presenza di molti giovani. Diversi gli spezzoni da quello per la lotta per la casa a quello delle palestre popolari. In questo momento il corteo sta passando davanti al commissariato di via Tabacchi, completamente blindato da forze dell’ordine e vigili del fuoco.

 

Ascolta la diretta con una redattrice di Radio BlackOut

 

{mp3remote}http://www.infoaut.org/images/mp3/diretta_corteodax1.mp3{/mp3remote}

 

ore 16.10: il corteo è partito con in testa lo striscione ” Dax 16-03-03 ucciso perchè militante antifascista, i compagni e le compagne del movimento”. Diversi gli interventi alla partenza della manifestazione, mentre continuano ad aumentare il numero di compagni e compagne.

Il corteo non è ancora partito, ma in molti si stanno concentrando poco a poco, in piazza 24 maggio. Centinaia e centinaia di persone per il corteo che quest’oggi attraverserà le strade di Milano, a 10 anni dalla morte di Dax. Persone provenienti non solo da tutta Italia ma anche da diverse città europee, che tra poco si muoveranno per vie della città non solo per ricordare Dax -ucciso per mano fascista il 16 marzo di 10 anni fa- ma anche per riportare in piazza valori, pratiche e contenuti che da sempre animano le lotte autorganizzate sul territorio della città di Milano. Strutturato in spezzoni tematici il corteo sarà composto dai comitati e le lotte territoriali per la casa e contro il razzismo, gli studenti che animano le mobilitazioni delle scuole ed delle università, lo spezzone dello sport solidale e antirazzista e delle palestre popolari, le delegazioni internazionali, lo spezzone contro carcere e repressione e quello skinhead.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Antifascismo & Nuove Destredi redazioneTag correlati:

16marzo2013antifascismoDaxMilano

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Non è più tempo degli appelli, bisogna liberare Ilaria subito

Legata ai polsi e ai piedi, una cintura stretta in vita, un guinzaglio di catena, Ilaria Salis è comparsa davanti al tribunale di Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis: la prima udienza si chiude con un rinvio al 24 maggio. “Non e’ piu’ tempo degli appelli, bisogna portarla via subito”

Si è aperto a Budapest lunedì 29 gennaio il processo a Ilaria Salis, l’insegnante antifascista di Monza detenuta da un anno in Ungheria per gli scontri con un gruppo di neonazisti.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Germania, centinaia di migliaia di persone in piazza contro AFD

Tra sabato e domenica in diverse città della Germania si sono riunite centinaia di migliaia di persone per manifestare contro il partito di estrema destra Alternativa per la Germania (AFD).

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

“In cella con il guinzaglio”. Lettera di Ilaria Salis dal carcere di Budapest

Dal carcere di Budapest, dove soggiorna ormai da undici mesi, Ilaria Salis è tornata a scrivere ai suoi avvocati.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Milano: sabato 13 gennaio corteo nazionale antifascista. Concentramento alle 15.00 in Piazza Durante

Oltre al sempre più evidente inasprimento di politiche securitarie, misure di segregazione ed esclusione, meccanismi di controllo della popolazione, che negli ultimi decenni stanno caratterizzando la gestione del territorio definito Europa, assistiamo contestualmente al rafforzamento di posizioni di estrema destra.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Addio Lucio, se ne è andato il partigiano Gastone Cottino

E’ morto ieri mattina a novantotto anni Gastone Cottino: partigiano, comunista sempre al fianco delle lotte sociali.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Per capire l’ascesa dell’estrema destra bisogna partire dai media

Processi di normalizzazione e sdoganamento nei media della politica di estrema destra dipendono dai media mainstream, più che dall’estrema destra stessa

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Torino: assemblea antifascista in università.

Oggi pomeriggio alle 18.30 si terrà un’assemblea antifascista nella main hall del campus universitario Luigi Einaudi a seguito degli avvenimenti di ieri. Di seguito il comunicato del Collettivo Universitario Autonomo

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Antifascismo: domiciliari per Gabriele, compagno milanese che rischia l’estradizione in Ungheria

Su Gabriele pende un MAE (mandato d’arresto europeo) da parte dell’Ungheria nell’ambito dell’inchiesta magiara riguardante le azioni di antifascismo militante di febbraio 2023 a Budapest contro la cosiddetta “Giornata dell’onore”, il raduno dei neonazisti di mezza Europa, soprattutto orientale.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Scontri in centro a Madrid, l’ennesima manifestazione di una destra ipocrita e disperata

“Chi può fare qualcosa, la faccia” diceva qualche giorno fa José María Aznar, ex premier e leader spirituale del Partito popolare (Pp). Il messaggio è stato rilanciato da altri rappresentanti politici e mediatici della destra ed estrema destra spagnola —se nel paese iberico è ancora possibile fare questa distinzione— e ha spronato centinaia di persone […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

23 – 24 febbraio: sciopero generale e manifestazione nazionale per la Palestina

Riprendiamo l’appello per la due giorni di mobilitazione per fermare il genocidio in corso in Palestina.

Immagine di copertina per il post
Formazione

Solidarietà agli studenti del Severi-Correnti!

Esprimiamo la nostra totale solidarietà nei confronti degli studenti e delle studentesse del liceo Severi Correnti di Milano, che la mattina del 30 gennaio occupavano il loro istituto per denunciare il genocidio in atto in Palestina e contro l’indifferenza per le morti di decine di migliaia di persone sotto le bombe israeliane.

Immagine di copertina per il post
Bisogni

Milano 2-3 marzo 2024: assemblea nazionale dei movimenti per il diritto all’abitare

La fase economica, sociale e politica che stiamo vivendo racchiude in sé tutte le contraddizioni che il sistema capitalistico porta in seno.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Milano: dalla montagna alla città contro le Olimpiadi insostenibili

Il 10 febbraio alle ore 15 partirà da Piazzale Lodi a Milano un corteo contro le Olimpiadi Milano-Cortina del 2026.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

27 gennaio: in Italia cortei per la Palestina vietati, confermati o…posticipati

In Italia ieri, sabato 27 gennaio 2024, diverse manifestazioni per il popolo palestinese, come accade costantemente ormai dall’ottobre 2023. In mezzo ci sono le Questure che hanno disposto, con prescrizioni, il divieto dei cortei.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Prima Classe e sfruttamento di classe

Il commissariamento dell’azienda Alviero Martini Spa di Milano per sfruttamento lavorativo è l’ennesima occasione per riflettere sulle trasformazioni delle filiere del nostro paese e sulle devastanti condizioni di lavoro che stanno dietro il tanto celebrato “Made in Italy”.