In mille a Padova contro la criminalizzazione della lotta per la casa

Stampa
Galleria immagini

In mille a Padova contro la criminalizzazione della lotta per la casa

L'associazione a delinquere, per gli inquirenti e la polizia politica DIGOS, sarebbe quella di chi si organizza e lotta contro un sistema che tutti sanno ingiusto. Un sistema fatto di collusione tra palizzanari, poltica e forze dell'ordine, che lascia le persone senza casa quando ci sono centinaia di alloggi vuoti, che favorisce la speculazione, che fa restare le case popolari all'abbandono. Davanti all'avanzare della crisi, una classe dirigente marcia difende i propri interessi a colpi di manganello con la paura di chi sa di essere seduto sulla polveriera di un malcontento diffuso quanto inespresso.

Presenti al corteo di oggi delegazioni dei movimenti di lotta per la casa da tutta Italia ma anche tanti padovani che da subito avevano espresso la propria solidarietà con il comitato. Il corteo è partito da Piazzetta caduti della Resistenza per poi dirgersi verso via Palestro, corso Milano ed infine il centro-città.

La risposta è stata chiara e determinata, la lotta per la casa non arretra!

Ascolta il resoconto della giornata con un compagno dello Spazio Popolare Chinatown

Ascolta uno degli interventi fatti durante il corteo

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);