Giorgio "Brescia"e il diritto al lavoro

Stampa

Arriva agosto e la gente esce fino a tardi, le giornate si allungano e mangiare la pizza alle 22,30 è una cosa normale, quindi in questi giorni il nostro compagno Giorgio “BRESCIA” proverà nuovamente a rifare le richieste per allungare il suo orario lavorativo, augurandoci che questa volta la burocrazia dei tribunali italiani non impedisca nuovamente il diritto al lavoro del nostro compagno e che il fascicolo “perduto” torni alla luce, parlando con lui ci siamo resi e rese conto che in questo momento il lavoro è molto importante, soprattutto dopo quasi sei mesi di inattività e la ripresa dei lavori in Credenza con la nuova/vecchia gestione, un “ritorno alle origini” si potrebbe quasi dire.

||||
|||| ||||

Ci auguriamo di vederlo sfornare pizze anche dopo le 22,00 orario in cui, in questo momento, Brescia deve fare rientro nella propria abitazione in quanto ancora sottoposto a misura cautelare di arresti domiciliari per i fatti del 10 febbraio 2018 a Piacenza.

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons