Roma-Barcellona: all'Olimpico la polizia carica i tifosi in festa e aggredisce un giornalista

Stampa

La Roma passa il turno in Champions League. Per strade scendono a festeggiare migliaia di persone. La polizia carica nei pressi dello stadio Olimpico.Un giornalista viene aggredito dagli agenti che gli strappano il tesserino dell Ordine.

||||
|||| ||||

La Roma vince all'Olimpico contro il Barcellona compiendo una vera e propria impresa sportiva. Per le strade di Roma esplode la gioia di migliaia di persone.
Ovunque caroselli e cori: Prati, Ponte Milvio, Trastevere, Testaccio, Piazza Venezia, Circo Massimo, Piazza del Popolo, San Lorenzo.
Nei pressi dello stadio la polizia in antisommossa carica i tifosi in festa. Nessun giornale riporta la notizia.
Un giornalista sul posto prova a riprendere alcune immagini confuse. Gli agenti lo circondano e lo sbattono contro delle serrande. Nonostante si fosse presentato come giornalista gli agenti lo minacciano pretendendo di ricevere il telefono per eliminare i video. Successivamente gli prendono il tesserino dell'Ordine dei Giornalisti, lo strappano e lo buttano via.
Riportiamo la testimonianza di Giorgio Saracino, il giornalista aggredito:DIRITTO DI CRONACA, CELERINO CONTRO GIORNALISTA:
Roma-Barcellona 3-0.
I tifosi festeggiano a Ponte Milvio.
A un certo punto arriva la Polizia antisommossa, che decide di caricare per liberare la strada.
Documento la loro violenza fino a che - pur presentandomi come giornalista con tanto di tesserino in mano - mi viene intimato di allontanarmi da un poliziotto in borghese con manganello: «Te ne devi annà», mi dice. Prova a strapparmi dalle mani il telefono.
Una seconda volta: «Voglio il telefono». Riesco a metterlo in tasca, purtroppo la registrazione si interrompe.
Mi sbatte contro una serranda, tre suoi colleghi gli vanno in ausilio: mi chiudono in quattro. Vogliono il telefono per cancellare le registrazioni. Ripeto di essere un giornalista.
Una volta appurato, mi lasciano, stracciano il tesserino dell'Ordine e lo gettano a terra con disprezzo.

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);