Torino: un anno e mezzo di sorveglianza speciale per Boba

Stampa

"Oggi è arrivato l'esito della richiesta di sorveglianza nei confronti della boba che si è visto notificare un anno e mezzo di sorveglianza speciale, con obbligo di rientro notturno, divieto di frequentare manifestazioni, pregiudicati, e misurati. La motivazione è ovviamente, la pericolosità sociale che gli viene attribuita, in virtù dei precedenti penali (anche quelli indultati) e della lunga militanza.

||||
|||| ||||


Vengono esclusi, al fine del giudizio sulla pericolosità, la collaborazione con Radio Blackout e la pubblicazione del romanzo "Io non sono come voi" di cui viene esclusa la natura autobiografica ma non la sua "attitudine istigatrice".Chi lotta non è mai solo!
Libertà per tutte/i"

L'uso indiscriminato del dispositivo della "sorveglianza speciale" a Torino nei confronti di chi partecipa ai movimenti sociali continua ad espandersi. Esprimiamo come redazione la massima solidarietà a Boba e tutt* gli/le altr* sorvegliat* speciali.

Per partecipare e seguire la campagna di solidarietà: Neanche io sono come voi - Boba libero, tutte liberi

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons