Ordini di carcerazione per Nicoletta e altri No Tav

Stampa

Diversi ordine di carcerazione sono stati notificati ad alcuni notav per la manifestazione “Oggi paga Montiggi paga Monti”  del 2012 al casello di Avigliana (Torino) dell’autostrada del Frejus. L’ordine di carcerazione è sospeso per trenta giorni per dare modo di chiedere misure alternative alla detenzione e per alcuni la richiesta di carcerazione si somma ad altri processi definitivi.

||||
|||| ||||

L’ennesimo attacco vendicativo e sproporzionato nei confronti di un movimento che non si arrende e che non si è mai arreso.

Aggiorneremo in seguito sulle varie situazioni che ci coinvolgono ma vogliamo intanto pubblicare e fare nostre le parole di Nicoletta Dosio, anch’essa sottoposta alla richiesta di carcerazione “Contro il breve tempo dei loro profitti, il lungo tempo della nostra lotta.”

Scrive Nicoletta: “Ma che cosa pensano di fare con i loro muri e le loro manette? E che ne sanno di questa nostra vita che con un colpo d’ala sa liberarsi dalle loro trappole che si chiamano resa e rassegnazione?
Nulla conoscono dell’amore che ci lega a questa terra e alle sue creature fragili, tenaci e belle.
Né immaginano la forza dell’ ostinata dignità di chi non si piega ai loro giochi di potere né alle loro minacce.
L’erba sa rompere anche il cemento delle prigioni e l’acqua, a lungo andare, scava la pietra tenace. Chi la dura, la vince, e noi lo sappiamo….
Contro il breve tempo dei loro profitti, il lungo tempo della nostra lotta.”

Da notav.infonotav.info

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);