CASA DELLE DONNE DI ALESSANDRIA A RISCHIO SGOMBERO, MA LA SOLIDARIETA’ OSTACOLA IL SEQUESTRO

Stampa

Casa delle Donne di Alessandria a rischio sgombero. Dall’alba di questo martedì 2 agosto dopo il decreto di sequestro preventivo la polizia è arrivata fuori dalla sede, all’interno della quale e davanti al portone si è formato un folto presidio solidale.

||||
|||| ||||

Dopo mesi di tentativi di dialogo con il Comune falliti, lo stesso ha deciso di seguire la strada della forza, sperando di riuscire a chiudere i conti un’esperienza che dura da quattro anni nel pieno dell’estate. Il collettivo Non Una Di Meno Alessandria aveva infatti ridato vita allo stabile dell’ex Ipab Asilo Monserrato in Borgo Rovereto, in centro ad Alessandria, occupato dal 2018.

“Aumentano di ora in ora – spiegano attiviste-i – le persone schierate davanti al portone in difesa della Casa delle Donne! Siamo prontə a resistere all’ennesimo tentativo di giocare la campagna elettorale sulla nostra pelle! Non sappiamo ancora cosa succederà se non che dall’altra parte della strada ci sono le forze dell’ordine pronte a sgomberarci! Chi può si unisca a noi!”

Dal presidio Bea, di Non Una Di Meno Alessandria e Casa delle Donne. Ascolta o Scarica.

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons