InfoAut
Immagine di copertina per il post

8 marzo: Sciopero Globale Transfemminista, le voci dalle piazze

||||

Riprendiamo di seguito le voci raccolte dalle piazze transnazionali dell’8 marzo da Radio Onda d’Urto e Radio Blackout.

 

BRESCIA 

17.30 – Molto partecipato il presidio in Piazzetta Bella Italia tanto che ormai l’iniziativa si è spostata nell’antistante Piazza della Loggia. Diversi gli interventi che si stanno susseguendo in attesa della partenza del corteo alle 18.30 Il collegamento dal presidio con Michele della nostra redazione Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/michele-coll-presidio-17.30.mp3{/mp3remote}

Di seguito anche alcuni degli interventi e interviste dal presidio:

Qui le interviste Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/rec0308-185757.mp3{/mp3remote}

Chiara Rossini di Narrazioni Differenti Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/chiara-rossini.mp3{/mp3remote}

Angelica Martin di Colazione da Tiffany Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/angelica-Martin.mp3{/mp3remote}

Pamela Marelli di NUDM Brescia Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/pamela-marelli.mp3{/mp3remote}

18.45 – Diverse centinaia i e le partecipanti al corteo che sta prendendo vita da Piazza Rovetta dopo alcuni flash mob in Piazza Loggia.  Il collegamento dalla partenza del corteo con Michele della nostra redazione e con Pamela di NUDM Brescia Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/michele-e-pamela-dal-corteo.mp3{/mp3remote}

19.20 – Il corteo si sta muovendo per le vie del centro storico di Brescia tra interventi e slogan. Il racconto di Michele della nostra redazione Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/rec0308-192510.mp3{/mp3remote}

ROMA – In migliaia stanno partecipando al corteo partito alle ore 17 da Piazza della Repubblica. Con noi dalla Capitale, Ambra di NUDM Roma Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/ambra-nudm-corteo-da-roma.mp3{/mp3remote}

Progetto senza titolo 3

BOLOGNA – Oltre 10mila al corteo sotto le Due Torri. Nel corso della giornata si sono svolte diverse iniziative. Ce le racconta Alina di NUDM Bologna in collegamento dal corteo Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/rec0308-190521.mp3{/mp3remote}

FIRENZE – In mattinata occupato e poco dopo sgomberato da Polizia e Digos uno spazio femminista e transfemminista. Il racconto di Botta Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/Botta-da-Firenze.mp3{/mp3remote}

La diretta di Blackout da Firenze:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/firenze.mp3{/mp3remote}

Torino: le testimonianze dalla piazza della città piemontese a cura di Radio Blackout.

Dal presidio mattutino delle lavoratrici delle pulizie dell’Agenzia delle Entrate, Torino:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/lavoratricitorino.mp3{/mp3remote}

Dal presidio al Tribunale, Torino:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/tribunale.mp3{/mp3remote}

275498302 4256660154436347 337992652639896130 n

Dalle Marche:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/marche.mp3{/mp3remote}

Da Pozzuoli:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/pozzuoli.mp3{/mp3remote}

Da Genova:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/milano.mp3{/mp3remote}

Da Pisa:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/pisa.mp3{/mp3remote}

Dalla Consultoria di Catania:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/PTT-20220308-WA0019.mp3{/mp3remote}

Dalla Consultoria di Cosenza:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/PTT-20220308-WA0001.mp3{/mp3remote}

8 copia

Alcuni approfondimenti:

Approfondimento su IVG, pagina social che raccoglie le testimonianze di interruzioni volontarie di gravidanze:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/ivg.mp3{/mp3remote}

Approfondimento PrEP:

{mp3remote}https://radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/Prep-1.m4a{/mp3remote}

Alcune corrispondenze internazionali:

Da Zurigo:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/zurigo.mp3{/mp3remote}

Da Parigi:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/Assemble%CC%81e-Montreuil-mp3.mp3{/mp3remote}

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/CLAQpresentazione.mp3{/mp3remote}

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/CLAQ-e-Gilets-Jaunes.mp3{/mp3remote}

Da Marsiglia:

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/AUD-20220307-WA0030.mp3{/mp3remote}

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/AUD-20220307-WA0031.mp3{/mp3remote}

{mp3remote}https://cdn.radioblackout.org/wp-content/uploads/2022/03/AUD-20220307-WA0018.mp3{/mp3remote}

274288242 5208735542478541 2814004523145461617 n 768x292

8 marzo, giornata internazionale di lotta delle donne – ma non solo – contro il patriarcato, il machismo, la violenza di genere ed il capitalismo. Anche questo 8 marzo è sciopero globale transfemminista di Non Una Di Meno che nel suo comunicato stampa ricorda “Lo sciopero femminista e transfemminista è la nostra risposta alla produzione e riproduzione di un sistema basato sulla violenza strutturale, di cui le guerre sono una delle espressioni più organizzate e intense. Per questo l’8 marzo quest’anno lo sciopero femminista e transfemminista sarà anche uno sciopero contro la guerra e contro il riarmo!”

Partiamo dai numeri: nel quadriennio 2018-2021 si registra un calo dei femminicidi, ma un aumento dei cosiddetti reati-spia: stalking, maltrattamenti e violenze sessuali. A dirlo la Direzione centrale della Polizia criminale. I femminicidi nel 2021 sono stati 119, con una flessione del 16% rispetto al 2018, quando erano stati 141, ma una tendenza in crescita rispetto al 2020 (117) e 2019 (109). Rispetto al 2018, crescono stalking (+18%), maltrattamenti contro familiari e conviventi (+30%) e violenza (2%).

Secondo il 73esimo dossier Caritas, diffuso oggi, “gli studi sull’impatto pandemico nella popolazione mondiale ci dicono che sono le donne a subire le peggiori conseguenze sociali ed economiche. Eppure il genere femminile è stato in prima linea contro la pandemia: in Europa il 76% del personale dei servizi sanitari e sociali e l’86% del personale che presta assistenza sono donne. Con la pandemia però sono cresciuti gender gap, carichi di lavoro, compreso quello di cura casalingo e non retribuito, oltre alla violenza domestica”.

In questo clima, e con una guerra arrivata ormai al 13 giorno, oggi sono una quarantina le città italiane mobilitate. A Roma e anche a Milano, in attesa dei cortei del pomeriggio, stamattina sono scese in piazza le realtà studentesche. Anche a Brescia mobilitazione già da questa mattina, con un volantinaggio all’Iveco e poi due azioni fuori da Giornale di Brescia e Bresciaoggi. Nel pomeriggio invece dalle ore 16 presidio con voci e musica in piazzetta Bell’Italia, mentre dalle 18.30 partirà un corteo, nonostante il divieto delle autorità all’uso della piazza.

Una trasmissione della nostra redazione dedica alle mobilitazioni di Milano e Brescia inizia con tre voci dal Latino America: Bolivia, Argentina e Messico Ascolta o scarica

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/Non-una-di-Meno.mp3{/mp3remote}

Dalla Russia. Ascolta o Scarica.

{mp3remote}https://www.radiondadurto.org/wp-content/uploads/2022/03/Raffaella-Chiodo-donne-russia-1.mp3{/mp3remote}

 

pubblicato il in Intersezionalitàdi redazioneTag correlati:

8 marzoNON UNA DI MENO

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Lost in Translation: i processi contro il soccorso in mare ed il loro uso politico

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questo secondo articolo sulla vicenda processuale dell’equipaggio della nave Iuventa.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Rompere i confini. Lo sbarco dei migranti nel porto di Catania

“Lo Stato sta impedendo lo sbarco dei passeggeri di una nave Ong, bisogna andare a portare solidarietà”. È questo il messaggio arrivato la sera di sabato 5 novembre sul telefono di molti e molte di noi.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Cronaca dal porto di Catania: sabato prevista grande mobilitazione

In questi giorni al Porto di Catania sta andando in onda una nuova puntata della guerra alle Ong che prestano soccorso e assistenza nel Mar Mediterraneo alle imbarcazioni di profughi provenienti da Libia e Tunisia.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Bogotà: scoppia la protesta dopo l’ennesimo abuso sessuale contro una giovane

Giovedì scorso ha avuto luogo a Bogotà una manifestazione femminista dopo l’ennesimo abuso sessuale nei confronti di una ragazza minorenne alla stazione degli autobus della compagnia Transmilenio.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Non una di Meno: verso il 26 novembre a Roma

In un quadro di crescente incredulità rispetto alle prime mosse del governo entrante, il week end appena trascorso a Reggio Emilia rappresenta uno spazio di confronto e di possibilità di lotta transfemminista in vista della grande manifestazione nazionale del 26 novembre a Roma.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Nel silenzio è stato rinnovato il Memorandum della vergogna con la Libia

L’Italia condanna i migranti con il silenzio. Quando celebreremo il Giorno della Memoria ricordiamo anche gli accordi con la Libia sui lager per profughi e migranti, voluti dai governi di centro sinistra e rinnovati oggi dal governo di destra.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Convergenze e Intersezionalità: verso il 26 Novembre!

Ad unire i tre tavoli tematici – violenze e autodeterminazione, guerra ed ecologie politiche – vi è stato il filo rosso delle convergenze e dell’intersezionalità. L’esigenza del movimento transfemminista risulta quella di ribadire la capacità trasformativa e la trasversalità che tale ottica ha sulle istanze del nostro tempo, mostrando il nesso tra lotta al capitalismo e lotta al patriarcato, superando l’idea che la lotta di classe sia slegata da quella femminista e tranfemminista.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Violenza in residenza Edisu a Torino.

Sulla violenza subita dalla studentessa all’interno della residenza Edisu a Torino vi sono già molti articoli e dichiarazioni da parte di politici, istituzioni e sciacalli di ogni tipo.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Non si processa la solidarietà: sulla vicenda dell’equipaggio della Iuventa

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questa traduzione di un articolo che parla della vicenda dell’equipaggio della Iuventa. Nel marzo 2021, quattro membri dell’equipaggio della nave di soccorso civile Iuventa,dopo un’indagine durata cinque anni, sono stati accusati di “favoreggiamento dell’ingresso non autorizzato in Italia”.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Tra Atene e Torino, violenza di genere come pratica di disciplinamento e repressione

Emerge come l’oppressione della polizia è tutt’uno con quella patriarcale. La violenza sessuale diventa così a carattere sistematico, una metodologia che permette al potere di consolidarsi, reprimere e diffondere i propri valori.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Governo contro l’aborto: saremo marea!

Emerge non soltanto la volontà di aumentare la stigmatizzazione di chi sceglie di abortire ma intenzioni repressive che mirano a colpire indirettamente la legge 194.

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

8 Marzo: uno sciopero per tutt*

Ieri la giornata di sciopero globale dell’8 marzo ha visto scendere nelle strade decine di migliaia di persone in tutta Italia. La ricchezza delle piazze, dei cortei, delle azioni che si sono susseguite durante tutta la giornata esprimono profonde e trasversali indicazioni. Indicazioni centrali in una fase come quella che il mondo sta attraversando, dalla […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Una ricostruzione femminista. Rivendicazioni essenziali verso e oltre l’8M

Ormai da due anni stiamo vivendo una pandemia mortale. Due anni da quando il lavoro che facciamo è stato dichiarato essenziale, mentre le nostre vite rimangono sacrificabili. In questo contesto, la sfida per il nostro 8 marzo 2022 transnazionale è mostrare i legami tra i piani neoliberali e ultraconservatori che sono alla base e al contempo […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Lettera aperta di Non Una Di Meno: 8 MARZO, SCIOPERO PER TUTT

Con questa lettera ci rivolgiamo direttamente a coloro che vorremmo essere parte attiva nella costruzione dello sciopero femminista e transfemminista dell’8Marzo. Siamo donne, persone lgbt*qia+, lavoratrici, disoccupate, delegate sindacali, migranti, sex workers attive nel movimento transnazionale Non Una di Meno. Abbiamo scelto di scrivervi una lettera aperta perché due anni di pandemia hanno colpito duramente le […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Quando una storia di violenza in divisa contro una donna viene raccontata come una storia di insolenza.

Per un qualsiasi passante il Pubblico Ministero, organo che dovrebbe stare al di sopra delle parti, all’udienza di oggi poteva essere scambiato per l’avvocato a difesa dei poliziotti presenti la notte del fermo di Maya.  Si parla della Pm Pedrotta, una donna che riesce a descrivere un pugno in faccia a una ragazza da parte […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

1 luglio Transfemminista e Transnazionale. Amore e rabbia contro l’attacco patriarcale!

Il primo luglio – la data ufficiale di uscita della Turchia dalla Convenzione di Istanbul – Non Una di Meno si unirà alle proteste in Turchia, nell’Europa dell’Est e non solo. Ecco l’appello di Non Una di Meno. In Italia, in Europa e in tutto il mondo, l’attacco patriarcale e la violenza contro le donne […]

Immagine di copertina per il post
Intersezionalità

Oggi si torna in piazza contro gli attacchi all’aborto della Regione Piemonte.

A Torino in mattinata si è svolta la prima piazza organizzata dal nodo regionale di Non Una Di Meno e dalla rete Molto più di 194 per tutelare il diritto a un aborto sicuro, libero e accessibile.  La regione Piemonte, dopo la proposta da parte di Maurizio Marrone di limitare l’accesso all’aborto farmacologico di qualche […]