La democrazia è sotto sequestro. Il 25S andiamo a riscattarla

Stampa

 

La democrazia è sotto sequestro. Il 25S andiamo a riscattarla

Da http://coordinadora25s.wordpress.com/manifiesto/


LA DEMOCRAZIA E' SOTTO SEQUESTRO. IL 25S ANDIAMO A RISCATTARLA.

Il prossimo 25 settembre circonderemo il Congresso dei Deputati per riscattarlo da un sequestro che ha convertito questa istituzione in un organo superfluo. Un sequestro della sovranità popolare portato avanti dalla Troika e dai mercati finanziari ed eseguito con il consenso e la collaborazione della maggioranza dei partiti politici. Partiti che hanno tradito i propri programmi, gli elettori e la cittadinanza in generale con promesse incompiute e contribuendo all' impoverimento progressivo della popolazione.

Circondiamo il Congresso dopo più di un anno di intense mobilitazioni in tutti i settori sociali e nel comprovare che non ci può essere democrazia quando le istituzioni che affermano di rappresentarla sono mosse da interessi che non son quelli della maggioranza. Perché non abbiamo niente da dire con un potere che ha dimostrato sistematicamente di essere cieco, sordo e muto a giuste e concrete domande di uguaglianza e giustizia sociale. Lo circondiamo per riscattare la politica da un regime economico insostenibile e predatorio: il sistema capitalistico.

Circondiamo il Congresso perché vogliamo compiere un balzo con la mobilitazione sociale e mettere al centro il recupero della sovranità e del potere cittadino, cioé, della democrazia. Abbiamo creato numerosi processi di lotta, spazi di partecipazione e discussioni nelle reti e nelle piazze. Nei quartieri e nei centri dell'impiego, e abbiamo portato avanti iniziative che vogliamo continuare a sviluppare dal basso, senza strappi e passo dopo passo. Perché crediamo che il tempo delle decisioni prese per pochi sia terminato; perché, di fronte a coloro che vogliono lasciarci senza un futuro, possediamo i mezzi e l'intelligenza collettiva per decidere e costruire la società che vogliamo; perché non abbiamo bisogno di falsi intermediari, bensì di risorse e strutture collettive che impulsino attivamente la partecipazione politica di tutte le persone negli aspetti comuni.

Circondiamo il Congresso del 25S per dire di NO a coloro che affermano di comandarci, che disobbediremo alle loro imposizioni ingiuste, come quella di pagare il loro debito, e che difenderemo i diritti collettivi: l'abitare, l'educazione, la salute, il lavoro, la partecipazione democratica, il salario. Per iniziare un processo che permetta che i responsabili della crisi non restino impuniti, di modo che i piromani che han provocato la nostra crisi non vengano ricompensati e inizino, in cambio, ad esser giudicati.

Il 25 settmbre manifesteremo intorno al Congresso perché vogliamo recuperare la responsabilità sul nostro proprio futuro senza accettare imposizioni. Per dire a coloro che tengono la democrazia sotto sequestro che è giunto il momento di andarsene e per esigere le dimissioni di questo Governo come primo passo, perché andiamo a liberarla iniziando un processo costituente. Un processo di partecipazione diretta aperto nel quale determineremo e metteremo in moto istituzioni politiche, strutture organizzative di partecipazione e meccanismi giuridici e politici di cui abbiamo bisogno per garantire che le decisioni collettive siano completamente effettive. Un processo costituente ben sostenuto e la cui definizione collettiva cominci, ma non termini, il 25S.

Riscattare il Congresso e lanciare un invito affinché si articolino e uniscano altri movimenti sociali come la lotta dei funzionari per la difesa dei servizi pubblici, le differenti “maree” e altre lotte per la uguaglianza e la giustizia sociale. Significa negare a noi stessi di accettare la paura, l'impotenza e il disorientamento sorti dalla riduzione del potere politico ed economico e le sue conseguenze fasciste, xenofobe, razziste  e maciste. E trovare un' uscita collettiva.

Invitiamo a tutte le persone che vogliano accompagnarci a circondare il Congresso il 25 Settembre a dire BASTA e a continuare questo cammino per riscattare la democrazia e la sovranità.


Vogliamo diritti, democrazia, la giustizia e la libertà per tutto il mondo.

Siamo arrivati fin qua, non abbiamo paura.

Ci vediamo il 25S... e più in là!


[Questo manifesto è frutto del dibattito nelle assemblee della Cooordinatrice,uno sforzo di sintesi dei motivi del 25S e delle altre voci che condividiamo e con le quali possa sentirti chiamato/a in causa ad accorrere]

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons