“IL TEMPO DELLA LIBERTÀ È ARRIVATO”: IN MIGLIAIA IN CORTEO TRA MILANO E ROMA PER LA LIBERAZIONE DI ABDULLAH OCALAN

Stampa

Arrivata anche in Italia la mobilitazione internazionale per la liberazione del cofondatore del Partito dei Lavoratori del Kurdistan (Pkk) e ispiratore del Confederalismo democratico Abdullah Apo Ocalan, arrestato il 15 febbraio 1999 dai servizi segreti turchi a Nairobi, in Kenya, deportato in Turchia e da allora recluso nell’isola-carcere di Imrali. Sabato 12 febbraio ci sono stati Presidi a Cagliari e Lucca e cortei a Milano e Roma. La mobilitazione internazionale e le piazze mobilitate in Italia chiedono la liberazione di Ocalan, la rimozione del Pkk dalla lista internazionale delle organizzazioni terroristiche e il riconoscimento ufficiale dell’Amministrazione democratica della Siria del nord-est.

||||
|||| ||||

A lanciare le iniziative il Comitato ‘’Il momento è arrivato: libertà per Öcalan’’, Rete Kurdistan Italia, la Comunità curda in Italia e UIKI – Ufficio d’informazione del Kurdistan in Italia. 

A Roma la manifestazione più numerosa, con migliaia di persone in marcia: comunità curda su tutti, oltre a tanti solidali, realtà sociali solidali con il movimento di liberazione curdo e il confederalismo democratico, sindacati, partiti e organizzazioni della sinistra. 

A Milano circa duemila persone hanno sfilato da Largo Cairoli fino a piazza della Scala, con le medesime parole d’ordine. 

Da Milano la corrispondenza di Michele della redazione.Ascolta o scarica.

Le interviste raccolte al termine della manifestazione di Milano da Andrea della redazione. Ascolta o scarica.

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons