Igor González Sola: il comunicato di ATA

Stampa

Ieri, lo Stato spagnolo ha cominciato a diffondere la notizia che un altro soldato basco, Igor Gonzalez Sola, è stato ucciso per sempre. I Paesi Baschi sono di nuovo in lutto. È vestito a lutto, ma per strada.

||||
|||| ||||

Il nostro movimento ha più volte proclamato che i militanti baschi devono essere liberi nelle strade (e ancor di più quelli malati). D’altra parte, la Spagna e la Francia non accettano né il Paese Basco né il suo soggetto politico di liberazione, i lavoratori baschi. Ciò significa che entrambi gli Stati stanno affrontando un grave problema. Il Paese Basco non è né la Spagna né la Francia. I lavoratori baschi vogliono costruire uno Stato indipendente e socialista. Questo è il nocciolo del problema o della contraddizione.

D’altra parte, dobbiamo dire che Igor è stato ucciso a VASCONGADAS. Sì, vicino a casa, ma in prigione. Ciò significa che muoiono nelle carceri dei Paesi Baschi e in Spagna. Ciò significa che abbiamo bisogno di loro per strada e non vicino a casa.

Di fronte a questo, chiedono che gli stati occupanti si pentano per liberare i militanti baschi. Quello o la morte. Più chiaro che mai. Passano gli anni e continuano i conflitti nazionali e sociali baschi.

Ecco perché chiediamo la piena amnistia, sempre legata all’indipendenza e al socialismo.

Gora Igor

Gora Euskal Herria Indipendente e socialista

IMG 20200905 WA0000

Da lesenfansterribles

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons