InfoAut
Immagine di copertina per il post

Algoritmi spia

Servizio di consegna cibo Glovo: tracciamento della posizione privata dei corrieri e altre violazioni

di Naiara Bellio, da Osservatorio Repressione

Una recente indagine di Tracking Exposed mostra che la filiale italiana di Glovo, Foodinho, registra l’ubicazione dei corrieri fuori turno e la condivide con soggetti non autorizzati. È stato inoltre scoperto che il fornitore dell’app di consegna ha creato un punteggio di credito “nascosto” per i propri ciclisti.

Negli ultimi anni, le autorità di regolamentazione e i sindacati hanno messo sotto esame Glovo e altre app di consegna. I fornitori di app sono sospettati di non impiegare i propri corrieri freelance e di privarli così dei loro diritti. L’introduzione della Legge Rider in Spagna due anni fa ha accelerato le azioni per regolamentare il loro status lavorativo e l’Unione Europea si sta muovendo nella stessa direzione con la sua proposta di Direttiva sui lavoratori su piattaforma .

Tuttavia, Glovo continua ad accumulare multe per milioni di euro per violazioni del diritto del lavoro. Non è chiaro quanto la società abbia effettivamente pagato poiché le multe sono sospese in attesa di appello. Glovo è accusato anche in Spagna di aver lasciato migliaia di corrieri con contratti di lavoro autonomo.

Non è solo una questione di condizione occupazionale

La ricerca più recente di Claudio Agosti e Gaetano Priori presso Tracking Exposed (ora operativo come parte della Reverse Engineering Task Force ), che hanno condiviso con AlgorithmWatch, mostra come anche i ciclisti subiscono violazioni della privacy e un uso improprio dei loro dati personali da parte dell’applicazione Glovo Courier. Inoltre, l’azienda potrebbe aver creato un proprio sistema di punteggio per valutare le prestazioni dei corrieri ed eventualmente basare le decisioni sui punteggi.

Dopo quattro anni di ricerca approfondita sulle dinamiche del servizio e un’analisi tecnica che ha coinvolto il reverse engineering dell’app Foodinho Courier, i ricercatori hanno trovato quello che chiamano un “punteggio di valutazione nascosto” che non corrisponde a nessuno dei punteggi pubblici di Glovo, come il “punteggio di eccellenza” che ogni ciclista può consultare nella propria app e che in qualche modo definisce le valutazioni che riceve dai clienti.

Segmento del codice dell’applicazione analizzato che fa riferimento al “punteggio di valutazione nascosto”. Immagine contenuta nel rapporto di Tracking Exposed.

“Possiamo sostenere che questo valore non è né il cosiddetto ‘punteggio di eccellenza’ né il ‘punteggio Glovo’. Parliamo quindi di rating nascosto perché è chiaramente presente nell’infrastruttura ma non appare nell’interfaccia o nella documentazione”, affermano nel loro rapporto principale.

Tuttavia, questo secondo punteggio (e nascosto) era attivo e valutava la prestazione del corriere. Ma come? Quando AlgorithmWatch ha chiesto alla società il punteggio, ha rifiutato di commentare.

Infatti, in paesi come la Spagna, il punteggio di Eccellenza sarebbe stato rimosso insieme ad altre funzionalità dell’app per conformarsi ai requisiti della Legge sui Rider. Ad esempio, ora i corrieri possono decidere senza penalità se accettare o meno gli ordini, mentre prima i loro punteggi potevano essere influenzati negativamente se decidevano di non accettarli.

Violazione della privacy al di fuori dell’orario di lavoro

I ricercatori si aspettano inoltre che Glovo venga esaminato per negligenza nella gestione dei dati personali dei corrieri. Denunciano che la piattaforma registra la posizione dei passeggeri fuori orario e la condivide con Google e tracker di terze parti non autorizzati, insieme a informazioni personali e identificabili.

Anche se Google dovrebbe ricevere alcune informazioni relative all’utilizzo dell’app ― il suo strumento di tracciamento Firebase è integrato nella maggior parte delle app mobili di Glovo ― i ricercatori sono preoccupati per il fatto che i parametri non siano collegati solo al nome e all’e-mail del ciclista ma anche altri dati personali.

Altri destinatari di questi dati sono, secondo la loro analisi, due società che non si riflettono nella politica sulla privacy di Glovo : Braze e mParticle. Questi sono solo altri due pesci nel vasto oceano di aziende che succhiano e digeriscono dati personali a scopo di lucro. “Ricevono dati personali (numero di telefono, ID, generalità, e-mail e geolocalizzazione) anche se, nel nostro test, l’utente non lavorava a turno”, affermano gli autori.

Includere tali tracker nelle applicazioni mobili è più che comune, mentre le aziende che lo fanno raramente comunicano la loro pratica. Anche un’indagine simile condotta in Europa e in Messico sulle app per il monitoraggio del budget ha rivelato la presenza di questi tracker predatori senza alcun preavviso agli utenti : le applicazioni finanziarie trasmettevano informazioni alle banche e ai servizi di credito. La mancata corretta comunicazione dei trasferimenti di dati è sufficiente per far scattare una sanzione da parte delle autorità di protezione dei dati.

Annegamento nelle multe

Il partner italiano di Glovo, Foodinho, è già sotto esame da parte del Garante, l’autorità italiana per la protezione dei dati, per non aver gestito i propri dati personali in modo appropriato. Ha ricevuto una multa di 2,6 milioni di euro nel 2021 ma deve ancora pagarla poiché è in appello pendente . Nonostante ciò, Agosti e Priori hanno condiviso i loro risultati con il Garante e si aspettano che l’Agenzia imponga una sanzione corrispondente.

“Consideriamo questa decisione una sentenza storica, poiché a nostra conoscenza è la prima volta che un garante della privacy sanziona un’azienda per aver violato l’art. 22 GDPR in un contesto lavorativo”, concludono gli autori.

Si prevede che il Garante pubblicherà la propria analisi dell’app di Glovo entro la fine dell’anno, possibilmente basata sulle nuove scoperte di Tracking Exposed.

da Algorithmwatch

traduzione a cura di Diario Prevenzione

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Sfruttamentodi redazioneTag correlati:

CAPITALISMO DELLA SORVEGLIANZAGLOVORIDERSsfruttamento

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Crollo di Firenze: la destra diventa europeista quando si tratta di deregolamentare il lavoro

Cinque operai morti e tre feriti, questo è il tragico bilancio del crollo avvenuto venerdì 16 febbraio nel cantiere del supermercato Esselunga in via Mariti, a Firenze, morti che si aggiungono alla lunga lista di una strage silenziosa.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Addio Pasquale, compagno generoso ed instancabile

Apprendiamo con amarezza che per un malore improvviso è venuto a mancare Pasquale Lojacono.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Firenze: crollo in un cantiere Esselunga. Cinque operai morti, lunedi sciopero sindacati di base

L’azienda committente e la ditta appaltatrice del crollo nel cantiere Esselunga a Firenze sono gli stessi degli incidenti avvenuti nel cantiere di un altro supermercato del gruppo lombardo della Gdo a Genova, nella zona di San Benigno

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Monza: “Dita spezzate e calci a terra”, violento sgombero poliziesco del presidio SI Cobas 

“Nuova escalation di violenza di Stato contro il sindacato SI Cobas: brutale aggressione contro i lavoratori e il coordinatore di Milano Papis Ndiaye“

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Sciopero degli addetti al settore cargo di Malpensa

Sciopero all’aeroporto di Milano Malpensa degli addetti al settore cargo.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Cremona: la polizia sgombera la Prosus, occupata da 4 mesi dai lavoratori

I lavoratori dell’azienda di macellazione Prosus di Vescovato, alle porte di Cremona, che dal 16 ottobre 2023 occupavano lo stabilimento sono stati sgomberati questa notte.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

SI Cobas: pistola puntata verso gli operai di Verona e aggressione con metodo mafioso a Prato

Gravissima vicenda fuori dai cancelli della Maxidi di Belfiore, in provincia di Verona: una guardia giurata ha puntato la pistola in faccia ai lavoratori in sciopero da mesi per chiedere l’applicazione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, oltre che a salari e condizioni di lavoro migliori.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

2023: un anno di scioperi USA

Questo articolo di “Labor Notes” ripreso da “In These Times” traccia un bilancio degli scioperi che si sono succeduti negli Stati Uniti nel 2023. Per questo va letto e rilanciato.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Mondo Convenienza: la lotta paga. Applicato il CCNL della logistica a tutti gli appalti

È ufficiale. Dal 1 marzo in tutti gli appalti Mondo Convenienza verrà applicato il CCNL della Logistica. All’inizio dicevano che era “impossibile”. Ora sarà realtà.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Prima Classe e sfruttamento di classe

Il commissariamento dell’azienda Alviero Martini Spa di Milano per sfruttamento lavorativo è l’ennesima occasione per riflettere sulle trasformazioni delle filiere del nostro paese e sulle devastanti condizioni di lavoro che stanno dietro il tanto celebrato “Made in Italy”.

Immagine di copertina per il post
Approfondimenti

Digitalizzazione o giusta transizione?

Sfinimento delle capacità di riproduzione sociale, economia al collasso e aumento del degrado ecologico: di fronte a queste sfide per il settore agricolo non basta il capitalismo verde

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

La quadratura della rete: criminalizzazione e sorveglianza tecnologica

Analiziamo alcuni dei passaggi chiave che hanno attraversato la societa’ francese a partire dagli attentati di Parigi del 2015 per capire come hanno influenzato il sistema di sorveglianza tecnologica fino ad arrivare ai piu’ recenti processi a carico di attivist*.

Immagine di copertina per il post
Formazione

L’azienda italiana che può localizzare una persona in ogni angolo del mondo

Tykelab offre i suoi servizi tramite la ben più nota azienda di intercettazioni RCS.  RCS e Tykelab sviluppano uno spyware, Hermit, in grado di prendere il controllo del tuo smartphone e ascoltare tutto ciò che dici. 

Immagine di copertina per il post
Formazione

Intelligenza artificiale, Ai Act e panopticon globale

Lo scorso sabato parlamento, consiglio e Unione Europea si sono accordati sul testo finale per la regolamentazione dell’intelligenza artificiale. Un accordo selettivo, che consente l’utilizzo di strumenti di controllo, vietati per i cittadini europei, ai migranti.

Immagine di copertina per il post
Sfruttamento

Trasporti: Salvini precetta lo sciopero del sindacalismo di base che replica “Confermiamo l’astensione e siamo pronti ad azioni di piazza”

Come era prevedibile l’incontro con il ministro dei Trasporti Salvini del 12 dicembre 2023 “si è concluso con un nulla di fatto” e di fronte all’ordinanza del leghista di ridurre la mobilitazione da 24 a 4 ore si  “conferma lo sciopero”.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Pacchetti sicurezza che rendono insicure le nostre vite

Il decreto Meloni Salvini mette sul banco degli imputati non solo i giovani di Ultima generazione e i movimenti ambientalisti ma chiunque partecipando a cortei possa essere accusato di avere recato danni alle forze dell’ordine.