Logistica: un altro tentato omicidio durante uno sciopero

Stampa

CAMIONCINO SI LANCIA A FOLLE VELOCITÀ CONTRO I LAVORATORI MILIARDO YIDA IN SCIOPERO: UN OPERAIO, SALVO PER MIRACOLO, RIMANE FERITO. BASTA VIOLENZE CONTRO I LAVORATORI!

||||
|||| ||||

Stamane, durante uno sciopero alla Miliardo Yida di Pontecurone (AL) si è sfiorato un altro morto a pochi giorni dall'uccisione a Biandrate del nostro compagno Adil.

I fatti: poco dopo l'inizio dello sciopero, sbucando all'improvviso dalla via Emilia col suo camioncino, il responsabile interno della Miliardo Yida si è lanciato a folle velocità contro gli operai e i solidali presenti, consapevole di investirli indiscriminatamente. Ad un operaio, salvo per miracolo essendo riuscito a schivarsi grazie ai compagni, il responsabile col camioncino è passato sulla gamba.

Come lavoratori che lottano per rivendicare miglioramenti delle condizioni di lavoro e vita, non accettiamo che chi sciopera diventi bersaglio e vittima di crumiri scatenati e assassini.

Criminali che - dopo i fatti di Biandrate e anche della Brt di Campogalliano (MO), a causa del clima antioperaio e antimmigrati creato dalla violenza di padroni e Stato - si sentono spinti e legittimati a provare a ferire e addirittura uccidere i lavoratori che scioperano per tutti: rivendicando salario, diritti e dignità contro licenziamenti, precarietà e repressione.

La lotta continua: lo sciopero va avanti per ottenere il reintegro dei lavoratori licenziati, la messa in sicurezza di questa fabbrica pericolosa ed inquinante, il rispetto degli accordi migliorativi del sindacato.

Invitiamo tutti a raggiungere gli operai in lotta dai cancelli della Miliardo Yida di Pontecurone (via Emilia Sud 11) - Alessandria: come lo sciopero, anche la solidarietà è un'arma... usiamola!

Chi tocca uno, tocca tutti!

Da SI Cobas

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons