GREEN PASS: UN CONFRONTO SU MOBILITAZIONI E NECESSITA’ CON SERGIO BOLOGNA E GUIDO VIALE

Stampa

L’obbligo di Green Pass negli ambienti lavorativi (15 ottobre 2021) ha ridato fiato alla protesta contro il dispositivo governativo. Alcuni porti, come Trieste e Genova, se pur in maniera diversa, sono scesi in mobilitazione permanente e in tante città ci sono state mobilitazioni ampie. La lotta contro il Green Pass è socialmente più ampia dell’area “No Vax” ed è attraversata anche da chi si è vaccinato, anche con convinzione. 

||||
|||| ||||

Le manifestazioni e la protesta ha aperto anche ad un dibattito pubblico, con diverse posizioni, sull’opportunità o meno di prendere parte (e nel caso come) a ciò che in diverse città si è mosso. Dibattito che spesso si polarizza senza lasciare spazio alle contraddizioni nonostante la complessità e ampiezza del contendere.

Vi proponiamo un confronto tra Sergio Bologna, storico studioso dei movimenti operai e sociali, e l’economista Guido Viale, autore di diversi articoli a favore delle mobilitazioni contro il Green Pass Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons