Anche Mattia agli arresti domiciliari per “Oggi paga Monti”

Stampa

Da sabato anche per Mattia sono arrivati gli arresti domiciliari. 1 anno e 8 mesi.

||||
|||| ||||

La notifica di questa misura definitiva gli è arrivata per lo stesso processo per cui Nicoletta ha scontato un anno di carcere, Dana è ancora alle Vallette, Stella e Fabiola agli arresti domiciliari e a tutti gli altri attivisti coninvolti, la messa in prova ai servizi sociali.

Ricordiamo che il processo è quello per l’iniziativa ” Oggi paga Monti” in cui circa 300 No Tav hanno rallentato il traffico al casello del tratto autostradale Torino-Bardonecchia distribuendo volantini sui motivi della lotta al Tav e di quell’ iniziativa.

Siamo in attesa delle motivazioni date dal Tribunale di Sorveglianza, ma è evidente come la Procura di Torino attraverso questo procedimento, e queste assurde condanne, ha dimostrato la solita strategia di criminalizzazione del movimento No Tav e di quanto il suo intento sia quello di punire le idee molto più che il reato commesso o contestato.

Liberare tutti vuol dire lottare ancora e per questo mandiamo a Mattia tutta la nostra solidarietà e continueremo la nostra battaglia anche per lui!

 

 

Da notav.info

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons