SRI LANKA: SCONTRI E PROTESTE CONTRO IL CARO-VITA, IMPOSTO IL COPRIFUOCO

Stampa

Truppe armate sono state dispiegati in queste ore nelle strade in Sri Lanka, poco dopo che il presidente ha dichiarato lo stato di emergenza per via delle numerose manifestazioni di protesta contro di lui. Rajapaksa ha stabilito lo stato di emergenza ieri sera, all’indomani dal tentativo di centinaia di manifestanti fare irruzione nella sua abitazione per protestare contro la scarsità di cibo, carburante e medicinale cui hanno accesso.

||||
|||| ||||

Il capo dello Stato ha giustificato la sua decisione con la necessità di “protezione dell’ordine pubblico e il mantenimento delle forniture e dei servizi essenziali per la comunità”.Sono intanto previste per domani massicce manifestazioni antigovernative con un richiamo alla partecipazione di massa. Contro i nuovi cortei la polizia ha indetto un coprifuoco di 36 ore, a partire da questa sera.

La cominità srilankese di Brescia, per rispondere alle mosse del governo della madrepatria e in solidarietà con la protesta della popolazione ha organizzato un presidio che si terrà dalle ore 15 nella piazzetta di San Faustino a fianco della chiesta dei SS Faustino e Giovita nel quartiere del Carmine.

Abbiamo presentato l’appuntamento e fatto un quadro della situazione in Sri Lanka con Vijit, della comunità srilankese Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons