L’IRLANDA CONDANNA UFFICIALMENTE ISRAELE PER L’ANNESSIONE DEI TERRITORI PALESTINESI

Stampa

Lo scorso 25 maggio 2021 il Dáil Éireann, la Camera dei Deputati irlandese, ha approvato all’unanimità una mozione contro l’annessione de facto dei territori palestinesi occupati da Israele, presentata dallo Sinn Féin, lo storico partito di tradizione repubblicana e socialista, sempre molto attento alle questioni legate alla sovranità nazionale, ai diritti sociali e alle lotte di liberazione dei popoli.

||||
|||| ||||

Azzurra Cossutta, giornalista e insegnante che vive a Dublino ha intervistato il primo firmatario della mozione, John Brady, deputato nel Dáil Éireann e portavoce dello Sinn Féin per gli Affari Esteri e la Difesa, che ci ha delineato i contenuti e le motivazioni politiche, storiche e umanitarie alla base della presentazione e dell’approvazione della mozione sull’annessione de facto dei territori palestinesi da parte di Israele.

Nell’intervista, John Brady dice di auspicare che altri Paesi europei seguano coraggiosamente l’esempio dell’Irlanda e che i deputati più sensibili alla condizione dei civili palestinesi e alla questione dell’autodeterminazione del popolo palestinese presentino la stessa mozione o una simile, che senza timore definisca Israele Stato occupante, e si schierino contro l’annessione e il crimine dell’apartheid perpetrato da Israele.  Ascolta o scarica

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons