Cile: Brutale repressione sui pescatori di Queule, due feriti gravi

Stampa

Comunicato dei Pescatori Artigianali dell’Araucanía:

||||
|||| ||||

Ieri i pescatori di Queule, comune di Toltén, regione dell’Araucanía, hanno effettuato un blocco stradale per protestare contro le nuove iniziative del governo, che cercano di dare più facilitazioni alla pesca industriale, e per chiedere aiuti per i pescatori in tempi di pandemia.

Denunciamo la brutale repressione da parte dei Carabinieri. Ci sono stati tre detenuti, due dei quali sono stati rimessi in libertà, e una persona si trova detenuta a Pitrufquén e oggi sarà portata di fronte al giudice per disordini pubblici.

Una persona è stata portata, inoltre in ospedale con 72 pallini conficcati nel suo corpo.

È specialmente grave la situazione di Cristóbal Pérez Jiménez, al quale hanno sparato una bomba lacrimogena direttamente sul petto, fatto che gli ha provocato una frattura del torace, danneggiando il suo cuore e i polmoni. Attualmente Cristóbal si trova ospedalizzato nella UTI dell’ospedale di Pitrufquén, e sarà trasferito entro un giorno nell’ospedale di Temuco per essere operato.

cilemeg

 

Denunciamo, una volta di più, il brutale modo di agire dei Carabinieri, diretti responsabili della vita e della salute del nostro compagno. Non può essere che l’esercizio del nostro legittimo diritto alla protesta significhi pagare con la salute e la vita del popolo.

La Procura dell’Araucanía ha confermato che sarà aperta una indagine per chiarire le azioni delle Forze Speciali durante la protesta.

Secondo quanto ha dichiarato dalla Cooperativa, i lavoratori hanno manifestato contro il governo a seguito del non pagamento di un buono di $150 mila per i pescatori del settore.

Il presidente dei piccoli pescatori dell’Araucanía ha precisato che lo stato di salute dei feriti: “Uno è nell’Ospedale Hernán Henríquez, con 72 pallini nel corpo, perché gli hanno sparato due colpi da molto vicino, e l’altro che ci preoccupa è un compagno che si trova nell’Ospedale di Pitrufquén (…) Gli hanno sparato una bomba lacrimogena sul petto e ha compromesso lo sterno”.

 

Fonti: Desconcierto e facebook Olca Chile

3 giugno 2020

Resumen Latinoamericano

Da Comitato Carlos Fonseca

 

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons