Chip Fitzgerald, militante delle Pantere Nere, muore in prigione

Stampa

Romaine "Chip" Fitzgerald, è morto il 29 marzo in una prigione della California dopo essere stato detenuto per più di 51 anni, fin dalla sua adolescenza. Fitzgerald, 71 anni, è stato il membro incarcerato più a lungo dei Black Panthers.

||||
|||| ||||

Stava scontando due ergastoli per l'omicidio di una guardia di sicurezza e il tentato omicidio di un ufficiale della pattuglia della California Highway. Sebbene fragile e malato, a Fitzgerald è stata negata la libertà condizionale più volte. Mentre era in prigione, ha subito un ictus e ha dovuto usare una sedia a rotelle o un deambulatore, secondo Democracy Now. Fitzgerald era un ex membro della sezione di Los Angeles del Black Panther Party.

Il 7 settembre 1969, un ufficiale della California Highway Patrol fermò una Volkswagen con Fitzgerald e altri due membri del Black Panther Party (Robert Williams e Luxey Irvin).

Il rapporto della polizia affermò che gli uomini erano stati fermati per un fanale posteriore difettoso. Tuttavia, molti attivisti nella comunità pensavano che fosse dovuto alla loro affiliazione ai Panthers, secondo una biografia online scritta da Mumia Abu-Jamal, membro del Black Panther Party incarcerato. Durante il controllo, iniziò una sparatoria che lasciò Fitzgerald e un ufficiale feriti. 

Non si conoscono le cause della morte di Fitzgerald.

 

Nato l'11 aprile 1949, Fitzgerald è cresciuto nei quartieri di Watts e Compton della California centro-meridionale. Da adolescente, è entrato a far parte del Black Panther Party, partecipando ai programmi di empowerment della comunità dei Panthers. Al suo arresto in seguito alla sparatoria, Fitzgerald si è dichiarato non colpevole dell'accusa di tentato omicidio dell'ufficiale della pattuglia della California Highway. “Ma c'era qualcos'altro in gioco contro Chip. Durante i giorni prima del suo arresto, Chip è stato accusato di essere coinvolto nella morte di una guardia di sicurezza. Sebbene le prove contro di lui fossero deboli e Chip abbia negato qualsiasi coinvolgimento, è stato comunque condannato a morte ”, ha riferito Peoples World.

La Corte Suprema della California ha dichiarato fuorilegge la pena di morte nel 1972 e Fitzgerald e altri nel braccio della morte hanno visto le loro condanne commutate in ergastolo con possibilità di libertà condizionale. A Fitzgerald è stata negata la libertà condizionale più di una dozzina di volte. "Era idoneo alla libertà sulla parola per la prima volta nel 1976 e ha scontato più del triplo della pena media per il suo reato", hanno scritto i residenti della California su una petizione per liberare Fitzgerald su Change.org.

Diversi collettivi, attivisti ed associazioni hanno ricordato Fitzgerald e la sua vita derubata fin dall'adolescenza dal razzismo e l'oppressione sistemica.

Fonte: https://moguldom.com/345674/original-black-panther-party-soldier-romaine-chip-fitzgerald-passes-away-in-prison/

 

 

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons