ROMA: “IL GOVERNO NON CI VEDE”. LAVORATORI DELLO SPETTACOLO E DELLA CULTURA IN PIAZZA CHIEDONO AIUTI E SOSTEGNO AL SETTORE

Stampa

Tecnici audio, video e luci, direttori artistici, facchini, promoter, autori, porteranno lo strumento di lavoro principale, il baule di scena, in piazza del Popolo a Roma, oggi sabato 17 aprile.

||||
|||| ||||

#IlGovernononcivede è lo slogan scelto dal movimento che dà voce ad oltre 500mila tra tecnici e professionisti degli eventi live, settore che comprende concerti musicali e eventi culturali, fermi da oltre un anno causa pandemia Covid-19. “È passato un anno e nulla è cambiato- scrivono gli organizzatori-Settori economici, cultura e interi comparti importanti del Paese sono stati lasciati indietro. L’industria dello spettacolo-eventi-fiere-congressi-musica live è quella che continua ad essere un fantasma per le istituzioni. Interventi sporadici, nulla di strutturale sull’emergenza. Nessuna visione per la ripartenza. Nessuna impostazione per una riforma”.

“L’industria dello spettacolo dal vivo continua ad essere un fantasma per le istituzioni” denunciano gli aderenti di “Bauli in piazza – We make events Italia” che al ministro della cultura Dario Franceschini chiedono più aiuti economici e l’avvio di un tavolo interministeriale per la riforma strutturale del settore.

Da Piazza del Popolo a Roma Andrea Cegna della nostra redazione e di BULLS -Brescia Unita Lavoratrici e Lavoratori dello Spettacolo  Ascolta o scarica

https://www.facebook.com/Bauliinpiazza

Da Radio Onda d'Urto

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons