Roma, i sigilli al Nuovo Cinema Palazzo durano poco

Stampa

Questa mattina l'ufficiale giudiziario insieme ai rappresentanti della proprietà e vigilantes privati hanno apposto i sigilli al Nuovo Cinema Palazzo di San Lorenzo. Nel giro di poche ore Piazza dei Sanniti si è riempita di residenti, solidali e attivisti e lo spazio è stato riaperto. 

||||
|||| ||||

Un'azione maldestra quella della proprietà e dell'ufficiale giudiziario, che accompagnati da un fabbro hanno fatto saldare solamente uno degli ingressi del Cinema. Un tentativo di sfratto che ha visto la pronta risposta del quartiere che si è immediatamente attivato per entrare negli spazi. Dopo una prima assemblea pubblica questa mattina, lo spazio vivrà di un presidio permanente. Questa sera è prevista l'assemblea di Roma non si chiude alle ore 18.00.

Questa estate il Nuovo Cinema Palazzo era stato inserito nella lista degli sgomberi prioritari della Prefettura di Roma. Di questa lista fino a questo momento solo Cardinal Capranica è stata effettivamente sgomberata questa estate, dopo una lunga resistenza degli abitanti. Gli attivisti del Cinema Palazzo avevano già negli scorsi mesi organizzato dei momenti assembleari contro eventuali tentativi di sgombero. Lo stabile era stato occupato nel 2011 da centinaia di artisti e cittadini per restituire lo spazio alla collettività. La proprietà voleva infatti trasformare il cinema in un casinò. Non sarà un semplice sigillo a mettere il punto ad un'esperienza che ha costruito in questi anni centinaia di attività sociali e culturali. 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);