ROJAVA: OFFENSIVA DELLE MILIZIE JIHADISTE FILO-TURCHE CONTRO LA CITTA’ CONFEDERALE DI AIN ISSA

Stampa

La coalizione di jihadisti organizzata dall’esercito turco nel nord della Siria e denominata “Esercito nazionale siriano” ha annunciato l’inizio di una sua offensiva contro la città confederale di Ain Issa, poco distante da Raqqa.

||||
|||| ||||

Si tratta della prima dichiarazione esplicita di invasione dei territori ancora sotto il controllo dell’Amministrazione autonoma del Nord-Est (che contiene anche la parte non occupata del Rojava) dopo quella dell’ottobre 2019 e di una palese volontà di violare gli accordi russo-turchi, che nell’ottobre di quell’anno sancirono l’area di operazioni consentita all’esercito turco lungo il confine.

Nei giorni scorsi le Forze siriane democratiche, guidate dalle Ypg-Ypj curde, hanno risposto a tentativi di attacco respingendoli. Da Ain Issa passa l’autostrada M4 che collega le regioni orientali dell’Amministrazione con quelle occidentali di Kobane e Manbij. Se le intenzioni dei miliziani filo-turchi dovessero andare in porto, l’Amministrazione resterebbe spezzata in due e Kobane e Manbij completamente isolate.

L’aggiornamento con Benedetta Argentieri giornalista e autrice di diversi docufilm sulla Siria del Nord. Ascolta o scarica

 

Con noi anche Davide Grasso, ex combattente nelle Ypg in Siria del nord, giornalista, scrittore e nostro collaboratore. Ascolta o scarica.

 

Da Radio Onda d'Urto

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons