VERTENZA GRANAROLO: NELL’INCONTRO ALLA PREFETTURA E’ STATO FIRMATO L’ACCORDO.

Stampa

Oggi 22 luglio, dopo 15 mesi dal loro licenziamento ed una stenuante lotta dei 51 lavoratori, si è firmato l’accordo che prevede la soluzione entro il 31 agosto per i 37 lavoratori che fanno capo alla Legacoop (reintegro di 22 lavoratori, 9 erano già entrati, in base all’accordo di luglio 2013 e 6 di loro saranno incentivati in vario modo all’esodo).

Un accordo sulla carta che dovremo far rispettare, perché non siano “promesse da marinaio”. Intanto fino al 31 agosto del 2014 è stata attivata la CIGS in deroga. Il 23 luglio si procederà alla firma dei verbali di conciliazione economica ex articolo 411 c.p.c. per la parte economica pregressa richiesta dai lavoratori.

Le aziende interessate rinunceranno ad ogni pretesa economica (secondo i loro calcoli 1 milione e 950 mila euro) per i danni provocati dagli scioperi e “ritiro delle denunce fatte dalle aziende presso le istituzioni competenti a carico delle persone che a vario titolo hanno partecipato attivamente alle proteste legate alla presunta vertenza”.

Per Cogefrin (14 lavoratori) si prevede di mettere in atto lo stesso percorso per arrivare entro una settimana alla firma dell’accordo in Prefettura.

Fino al completamento del percorso di ricollocazione il comitato dei licenziati alla Granarolo manterrà la propria struttura organizzativa e si attiverà qualora fossero disattesi gli accordi.

COMITATO DEI LICENZIATI (GRANAROLO, COGEFRIN)

Bologna 22 luglio 2014

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons