InfoAut
Immagine di copertina per il post

Ieri olio di ricino, oggi ricina

||||

Da Fascisti su Marte a Fascisti su Breaking-bad: proprio da lì hanno preso spunto i nostri cari fascisti di Casapound Torino, quando hanno deciso di eliminarsi tra di loro con la RICINA, veleno adoperato proprio nella serie televisiva. SPOILER ALERT: fanno la figura dei deficienti.

STAGIONE 1

Tutto inizia nel lontano novembre 2018, quando un italianissimo camerata inizia a frequentare la ex fidanzata di un non meno italianissimo camerata; proprio questo smacco per il giovane è stato un grave atto di disonore e tradimento che da buon camerata decide di riparare nella vecchia maniera: olio di ricino per il rivale in amore!! Ma camerati a lui vicini lo bloccano e dopo un’attenta visione di un telefilm molto noto decisono di abbandonare le vecchie usanze e passare alla RICINA, un potente veleno utilizzato a loro insaputa dal KGB (vecchi avversari politici).

Trovare gli ingredienti per loro non è una difficoltà, la RICINA si estrae dai semi della pianta da cui viene l’olio di ricino di cui i nostri bravi camerati erano ben forniti in vista del grande ritorno. Una volta creato il veleno da far bere al nemico in amore, i nostri valorosi e impavidi uomini approfittano di una fascistissima festa chiamata BLOCCOPARTY 2018. Recatisi alla festa che si svolgeva nel localino ASSO DI BASTONI, ritrovo abituale dei fascisti del nuovo millennio, riescono con agilissima mossa a eludere la sorveglianza dell’ignaro avversario e versare il veleno comunista nel drink che poi viene bevuto dal rivale tutto d’un fiato brindando con i suoi aguzzini. Sorpresa! Il veleno non ha l’effetto desiderato, a contatto con la vodka del drink scende sul fondo del bicchiere e l’incauto camerata se la cava con forti dolori di stomaco e conati di vomito.

 

STAGIONE 2

Siamo ormai al 21 dicembre 2018, poco più di un mese è passato da quando i camerati disonorati avevano attentato alla vita del loro rivale ma ecco che i carabinieri del ROS perquisiscono un garage trasformato in laboratorio arrestando l’aspirante chimico del gruppo, che per ripagarsi della materia prima utilizzata per creare il veleno tentava di vendere le dosi in più sul deepweb.

Questa piccola disavventura non scoraggia i nostri prodi fascisti, che devono riorganizzarsi per portare a termine la più gloriosa delle missioni da loro intrapresa, ignari che qualcuno avesse avvisato i carabinieri…

 

STAGIONE 3

I nostri ignari fascisti proseguono la loro missione. Si aggiunge un nuovo personaggio, un secondo rivale in amore. Decisi più che mai ad eliminarli entrambi e progettata un’arma all’avanguardia e d’ultima generazione (pistola stampata 3D), i camerati decidono di abbandonarono l’idea iniziale, mentre prende piede una nuova più subdola ed infame: utilizzare un bambino che con la scusa di uno scherzetto innocuo dovrebbe spruzzare in faccia al malcapitato, con una pistola ad acqua, la sostanza velenosa, in maniera da non attirare troppo l’attenzione su di loro. Resta quindi ora l’ingrato compito di trovare un ragazzino, ma dove trovarlo? Fuori da una scuola è troppo rischioso, così uno dei camerati propone il nipotino di 11 anni. Raggiunto il piccolo gli promettono che sarebbe stato lo scherzo del secolo e dopo sarebbero andati tutti assieme in sala giochi a divertirsi un po’. Ora bisogna solo passare all’azione…

 

STAGIONE 4

Il piano è stato ultimato, l’arma c’è, il veleno anche, l’ignaro baby killer pure, sembra che più niente potesse fermare i nostri impavidi giustizieri.

Passano la notte svegli eccitati dal pensiero della morte dei rivali e la riconquista delle donne a loro sottratte, immaginano il loro ritorno glorioso, le cene sfarzose con le loro consorti all’Asso di bastoni. Fieri di ciò che si apprestano a compiere non sospettano mai di poter essere beccati. La mattina mentre ancora fantasticano a letto della gloria futura e del ritorno delle loro donne, una minaccia soprannominata ROS cala nelle loro case intrufolandosi come ladri dalle finestre, un elicottero illumina a giorno i giardini, trovatisi alle strette e senza modo di reagire i camerati devono arrendersi e confessarono il piano di vendetta. Nei corridoi della caserma ancora oggi, se vi soffermate ad ascoltare bene, si odono i piagnistei e i singhiozzi di chi ha tentato invano la riconquista della femmina strappatagli dalle mani disonorevolmente.

Se pensate che la vicenda si potesse concludere così, stendo il celebre velo pietoso, vi sbagliate. Il segretarissimo del partitino neofascista casapound ha dichiarato che i giovani italiani fossero estranei all’organizzazione sebbene avessero fatto parte del collettivo di blocco studentesco.

 

Lo spettatore avrà però imparato a riconoscere la loro ideologia politica, fascisti erano e fascisti restano, i metodi d’azione da codardi sono gli stessi utilizzati da chi li precedeva, assassini erano e assassini restano.

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Antifascismo & Nuove Destredi redazioneTag correlati:

casa poundcasapound

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Non è più tempo degli appelli, bisogna liberare Ilaria subito

Legata ai polsi e ai piedi, una cintura stretta in vita, un guinzaglio di catena, Ilaria Salis è comparsa davanti al tribunale di Budapest.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Ilaria Salis: la prima udienza si chiude con un rinvio al 24 maggio. “Non e’ piu’ tempo degli appelli, bisogna portarla via subito”

Si è aperto a Budapest lunedì 29 gennaio il processo a Ilaria Salis, l’insegnante antifascista di Monza detenuta da un anno in Ungheria per gli scontri con un gruppo di neonazisti.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Germania, centinaia di migliaia di persone in piazza contro AFD

Tra sabato e domenica in diverse città della Germania si sono riunite centinaia di migliaia di persone per manifestare contro il partito di estrema destra Alternativa per la Germania (AFD).

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

“In cella con il guinzaglio”. Lettera di Ilaria Salis dal carcere di Budapest

Dal carcere di Budapest, dove soggiorna ormai da undici mesi, Ilaria Salis è tornata a scrivere ai suoi avvocati.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Milano: sabato 13 gennaio corteo nazionale antifascista. Concentramento alle 15.00 in Piazza Durante

Oltre al sempre più evidente inasprimento di politiche securitarie, misure di segregazione ed esclusione, meccanismi di controllo della popolazione, che negli ultimi decenni stanno caratterizzando la gestione del territorio definito Europa, assistiamo contestualmente al rafforzamento di posizioni di estrema destra.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Addio Lucio, se ne è andato il partigiano Gastone Cottino

E’ morto ieri mattina a novantotto anni Gastone Cottino: partigiano, comunista sempre al fianco delle lotte sociali.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Per capire l’ascesa dell’estrema destra bisogna partire dai media

Processi di normalizzazione e sdoganamento nei media della politica di estrema destra dipendono dai media mainstream, più che dall’estrema destra stessa

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Torino: assemblea antifascista in università.

Oggi pomeriggio alle 18.30 si terrà un’assemblea antifascista nella main hall del campus universitario Luigi Einaudi a seguito degli avvenimenti di ieri. Di seguito il comunicato del Collettivo Universitario Autonomo

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Antifascismo: domiciliari per Gabriele, compagno milanese che rischia l’estradizione in Ungheria

Su Gabriele pende un MAE (mandato d’arresto europeo) da parte dell’Ungheria nell’ambito dell’inchiesta magiara riguardante le azioni di antifascismo militante di febbraio 2023 a Budapest contro la cosiddetta “Giornata dell’onore”, il raduno dei neonazisti di mezza Europa, soprattutto orientale.

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Scontri in centro a Madrid, l’ennesima manifestazione di una destra ipocrita e disperata

“Chi può fare qualcosa, la faccia” diceva qualche giorno fa José María Aznar, ex premier e leader spirituale del Partito popolare (Pp). Il messaggio è stato rilanciato da altri rappresentanti politici e mediatici della destra ed estrema destra spagnola —se nel paese iberico è ancora possibile fare questa distinzione— e ha spronato centinaia di persone […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

I naufraghi di CasaPound e il porto sicuro di Fratelli d’Italia

Riprendiamo da Patria Indipendente questo interessante articolo sulla parabola di CasaPound e i suoi tentativi di entrismo in Fratelli d’Italia. Come si sono ridotti… Dalle grandi ambizioni elettorali a fragile stampella di altre formazioni politiche. Ma il test sul futuro delle tartarughe frecciate, dopo cambi di nome e sede, saranno le prossime amministrative, in particolare […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Sciacalli occupano in piena emergenza sanitaria

Succede che in piena emergenza sanitaria qualcuno scelga di agire, come sempre, da sciacallo. Casapound occupa a Ostia uno stabile abbandonato da diverso tempo, paventando la soluzione all’emergenza abitativa di venti famiglie (italianissime!). Facciamo però alcune precisazioni: quello di Marsella e co. è solo lo squallido atto di chi vuole strumentalizzare il disagio e la […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Repressione giudiziaria e movimenti. I processi, i media, la questura

In un libro pubblicato qualche anno fa, Antoine Garapon osservava come «il primo gesto della giustizia […] non è né intellettuale né morale, bensì architettonico e simbolico: delimitare uno spazio tangibile che tenga a distanza l’indignazione morale e le passioni pubbliche, riservare un tempo a tal fine, fissare le regole del gioco, convenire un obiettivo […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Genova antifascista respinge casapound

Giovedì 23 maggio a Genova si svolgeva il teatrino elettorale di casapound e gli/le antifascist* della città hanno deciso di farsi sentire per respingere un comizio indegno in una città da sempre antifascista. È stato così convocato un presidio in piazza Corvetto, molte le sigle scese in strada dai sindacati ai portuali anpi e Genova […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

“Sorveglianza speciale” per Lorenzo, l’olio di ricino d’oggi contro gli/le antifa!

La procura di Bologna chiede la sorveglianza speciale per Lorenzo, compagno del Collettivo Universitario Autonomo, adducendo a motivazione i fatti accaduti a Piacenza lo scorso febbraio. Di seguito il comunicato del CUA. Solidarietà a Lorenzo! Pochi giorni fa è stato recapitato un “decreto di fissazione di udienza camerale” avente per oggetto la misura di “sorveglianza […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Genova antifascista

Ennesima provocazione a Genova da parte dei nazisti di Lealtà e azione e dei fascisti di casapound, camerati e complici dei due vigliacchi e stupratori di Viterbo, il presidio per ricordare un missino morto negli anni ‘70. Gli/le antifascist* hanno rilanciato un presidio a cui si sono unite circa 400 persone, tra cui l’A.N.P.I. Genovese, […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Roma. Perquisizione a Casa Pound. Il blitz finisce con calorose strette di mano tra fascisti e polizia

Operazione farsa della Guardia di Finanza a Casapound. Arrivano per una “perquisizione concordata”, finisce con un nulla di fatto e strette di mano tra Digos e neofascisti. Il 15 ottobre Davide di Stefano si era fatto due chiacchiere in questura e aveva concordato un’ispezione. Ieri, però i fascisti ci hanno ripensato e non hanno fatto […]

Immagine di copertina per il post
Antifascismo & Nuove Destre

Aggressione fascista dopo il corteo anti-salvini. Mazze e bastoni contro i manifestanti

Al termine del corteo contro le politiche del min. dell’interno, Casa pound aspetta i manifestanti e li aggredisce con mazze e bastoni. La polizia interviene per difendere la sede fascista. Ieri sera più di un migliaio di persone sono scese in piazza, a Bari, contro le politiche di Salvini, al razzismo di stato e alla […]