InfoAut
Immagine di copertina per il post

Verona: “Basta abusi in divisa” Sabato 24 giugno manifestazione contro la violenza della polizia

Una manifestazione per dire basta agli abusi in divisa, per ripensare il ruolo delle forze dell’ordine nel controllo del territorio, per pretendere trasparenza nel loro operato e strumenti per controllarne la condotta.

Gli eventi emersi in queste settimane sono l’ennesimo episodio di una violenza che vediamo ripetersi periodicamente. I fatti di Verona, le torture sulle persone detenute nel carcere di Santa Maria Capua Vetere da parte degli agenti penitenziari, le violenze commesse nella caserma di Piacenza, il pestaggio della polizia locale di Milano di una donna trans, sono solo alcuni degli episodi più recenti di una storia che affonda le proprie radici negli anni Settanta, attraversa le strade di Genova all’inizio degli anni Duemila, della Roma di Stefano Cucchi, della Varese di Giuseppe Uva o della Ferrara di Federico Aldrovandi. Siamo di fronte a una violenza strutturale che si manifesta e in varie forme quotidianamente: ma che spesso rimane invisibile.

A Verona, l’identificazioni di massa di giovani davanti al Palazzo della Gran Guardia, la militarizzazione di alcune zone della città, gli sgomberi di persone in condizione di difficoltà, il trattamento indegno riservato alle persone migranti nel percorso di richiesta dei documenti, il pesante giudizio, la colpevolizzazione e talvolta i comportamenti abusivi nei confronti delle persone vittime di violenza di genere o l’identificazione del “degrado” con tutto ciò che è marginalità sono tutte forme di una violenza sistemica riprodotta dalle forze dell’ordine. Una violenza che non smetterà di ripetersi con l’allontanamento degli agenti indagati per i fatti di queste settimane. Tale violenza è di fatto avallata sia dalle istituzioni cittadine che nazionali quando usano le forze di polizia in sostituzione di politiche di intervento sulle diseguaglianze sociali.

Per questo invitiamo cittadine e cittadini, associazioni, forze politiche e sindacali, a scendere con noi in piazza Bra sabato 24 giugno alle ore 14.
Per adesioni scrivere a: verona17dicembre@gmail.com
Promuovono la manifestazione:
– Assemblea 17 dicembre / Verona Città Aperta
– Circolo Pink LGBTE Verona
– Infospazio 161
– ADL Verona
– Laboratorio Autogestito Paratod@s
– Rifondazione Comunista Verona
– Osservatorio Migranti Verona
– Non Una Di Meno Verona
– Soggettività
Adesioni:
– Potere al Popolo – Veneto!
– Sinistra Italiana Verona
– One Bridge To Idomeni
– Sat Pink Aps
– Pianeta Milk Verona Arci/Arcigay
– Famiglie Arcobaleno Verona

Andrea Nicolini Infospazio161 Ascolta o scarica

Andrea Nicolini-seconda parte Ascolta o scarica

Oreste Verona Citta’ Aperta Ascolta o scarica

da Radio Onda d’Urto

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Divise & Poteredi redazioneTag correlati:

ABUSI IN DIVISAmanifestazioneverona

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Depistaggi Cucchi, processo per altri tre carabinieri

Secondo i pm dissero il falso durante il processo sui depistaggi. Rinviati a giudizio un ufficiale e due marescialli dell’Arma

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Manifestazione di 2.000 persone contro il magazzino Greendock, tentativo di blocco della logistica e arresti.

Sabato, più di 2.000 persone hanno manifestato da Gennevilliers a L’Île-Saint-Denis per mostrare la loro opposizione a un gigantesco magazzino sulle rive della Senna e all’espansione senza fine dei magazzini logistici

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

La polizia odia i/le giovani

Negli ultimi mesi abbiamo assistito ad un inasprimento della violenza poliziesca e delle intimidazioni nei loro confronti.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Conferenza stampa sui fatti di ieri a Torino in occasione della contestazione ai ministri del G7 Ambiente e Energia

La militarizzazione della città deve essere denunciata a fronte della violenza delle cariche della polizia e Torino come laboratorio della violenza è qualcosa di ben noto.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Contestati i ministri della guerra al Politecnico di Torino

Riceviamo e ricondividiamo il comunicato del CUA di Torino sulla contestazione di ieri al convegno istituzionale tenutosi alla sede del Valentino del Politecnico. Ieri mattina un gruppo di student3 dell’Università di Torino ha contestato il convegno a porte chiuse che si è tenuto al castello del Valentino su tecnoscienza e intelligenza artificiale, con ospiti di […]

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Torture al carcere minorile “Beccaria” di Milano

Torture e violenze (anche sessuali) sui minorenni al Beccaria: arrestati 13 poliziotti penitenziari, 8 sospesi dal servizio.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

USA: La polizia uccide un 26enne afroamericano con 96 colpi in 42 secondi

Video mostra agenti della polizia a Chicago che sparano 96 colpi in 41 secondi durante un fermo

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Bologna: un “mondo a parte” che non si lascerà mettere tanto facilmente da parte

Breve reportage sulla grande assemblea che si è tenuta l’altro ieri al parco Don Bosco: centinaia le persone accorse dopo il rilascio senza misure cautelari del diciannovenne arrestato la notte prima.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Un anno dopo Sainte-Soline: solidarietà, rabbia e gioia per le strade di Nantes

Un anno fa, decine di migliaia di noi hanno marciato in mezzo ai campi delle Deux-Sèvres contro i megabacini, e siamo rimasti intrappolati dalla repressione militare, intrappolati sotto il rombo delle granate sparate a migliaia.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Modena: il carabiniere violento già indagato per la morte di Taissir Sakka

Uno dei due carabinieri ripresi nel violento arresto ai danni di Idrissa Diallo il 13 marzo a Largo Garibaldi a Modena è già indagato per la morte di Taissir Sakka avvenuta il 19 ottobre 2023 sempre a Modena