InfoAut
Immagine di copertina per il post

Hackmeeting 0x14: dal 15 al 18 Giugno a Venaus

||||

15-16-17-18 Giugno 2017 / Val di Susa / Torino.

L’hackmeeting è l’incontro annuale delle controculture digitali italiane, di quelle comunità che si pongono in maniera critica rispetto ai meccanismi di sviluppo delle tecnologie all’interno della nostra società. Ma non solo, molto di più. Lo sussuriamo nel tuo orecchio e soltanto nel tuo, non devi dirlo a nessuno: l’hackit è solo per veri hackers, ovvero per chi vuole gestirsi la vita come preferisce e sa s/battersi per farlo. Anche se non ha mai visto un computer in vita sua.    Tre giorni di seminari, giochi, feste, dibattiti, scambi di idee e apprendimento collettivo, per analizzare assieme le tecnologie che utilizziamo quotidianamente, come cambiano e che stravolgimenti inducono sulle nostre vite reali e virtuali, quale ruolo possiamo rivestire nell’indirizzare questo cambiamento per liberarlo dal controllo di chi vuole monopolizzarne lo sviluppo, sgretolando i tessuti sociali e relegandoci in spazi virtuali sempre più stretti. 

L’evento è totalmente autogestito: non ci sono organizzatori e fruitori, ma solo partecipanti.

Il programma completo dell’evento è consultabile qui.

Perché in Val Susa, perché a Venaus, perché in “Borgata 8 Dicembre” 

Sono passati più di 25 anni dalle prime iniziative organizzate per ostacolare il folle progetto del Treno ad Alta Velocità Torino-Lione. Un progetto di devastazione che rappresenta l’ennesima violenza contro la terra valsusina, dopo le grandissime ferite infertegli, ad esempio, con la costruzione dell’autostrada negli anni ‘90. Tutte quelle false promesse che nascono ogni qual volta che il termine “progresso” viene racchiuso nell’insieme del “profitto”, non producono più nessun tipo di fascino nella maggior parte della popolazione locale. In tutti questi anni varie generazioni di valligiani sono cresciute grazie alla lotta e sempre grazie ad essa hanno fraternizzato e convissuto con centinaia di persone di ogni genere e razza, che hanno preso parte a questa grandissima esperienza da varie parti del mondo. Giorni e notti passate ad aspettare l’arrivo di ruspe, trivelle o camionette hanno cambiato la quotidianità imposta ed hanno creato complicità che hanno permesso di resistere anno dopo anno con dignità, nonostante un pesantissimo attacco mediatico-giudiziario. La militarizzazione della Valle, che continua tuttora nel fortino-cantiere di Chiomonte, ha avuto inizio nell’ottobre del 2005. Il 31 ottobre 2005 lo ricordiamo come il giorno della “Battaglia del Seghino”, il primo momento in cui la popolazione valsusina dovette fronteggiare direttamente la polizia. La notte del 29 novembre 2005 la polizia impedì l’accesso al comune di Venaus per tentare di porre le basi di quello che sarebbe dovuto essere il cantiere del futuro tunnel geognostico. La sera successiva la polizia allentò i blocchi e le persone della valle cominciarono a costruire quello che diventerà, ed è tutt’ora, il presidio permanente di Venaus. Il 5 dicembre 2005, nella notte, alle ore 3.30 circa, il presidio di Venaus viene sgomberato con la forza. Le campane del paese suonano l’allarme per avvertire dell’arrivo della polizia. Una ruspa distrugge il presidio e le tende vengono devastate. Decine di persone più e meno giovani vengono ferite dalla polizia. Come forma di protesta per la violenza subita, la popolazione valsusina decide quindi di occupare l’autostrada, le due strade statali e la ferrovia. L’occupazione resiste fino all‘8 Dicembre, quando, al termine di una manifestazione da Susa a Venaus con circa 60.000 partecipanti, la gente della valle si riprendee i terreni occupati e riesce a cacciare via la polizia.

I terreni liberati in quello storico 8 Dicembre sono quelli dove oggi sorge la borgata che ospiterà Hackit0x14. Il presidio di Venaus è quello dove trascorreremo il tempo libero.

Per questi motivi noi rispettiamo la valle: i fiumi, le montagne, gli animali,.. perche’ l’abbiamo ottenuto insieme lottando e per questo chiediamo anche a te di rispettare questi luoghi durante l’hackmeeting.

da hackmeeting.org

Ti è piaciuto questo articolo? Infoaut è un network indipendente che si basa sul lavoro volontario e militante di molte persone. Puoi darci una mano diffondendo i nostri articoli, approfondimenti e reportage ad un pubblico il più vasto possibile e supportarci iscrivendoti al nostro canale telegram, o seguendo le nostre pagine social di facebook, instagram e youtube.

pubblicato il in Culturedi redazioneTag correlati:

hackmeetingvenaus

Articoli correlati

Immagine di copertina per il post
Culture

Festa di Radio Onda d’Urto – Il programma

Da mercoledì 7 a sabato 24 agosto 2024 in via Serenissima a Brescia 18 serate di concerti, dibattiti, djset, presentazioni di libri, enogastronomia, spazio per bambine-i…

Immagine di copertina per il post
Culture

Marx: scomodo e attuale, anche nella vecchiaia

Marcello Musto, professore di Sociologia presso la York University di Toronto, può essere considerato tra i maggiori, se non il maggiore tra gli stessi, studiosi contemporanei di Karl Marx.

Immagine di copertina per il post
Culture

Immaginari di crisi. Da Mad Max a Furiosa

Per quanto diversi siano i film della saga, ad accomunarli è certamente la messa in scena di un “immaginario di crisi” variato nei diversi episodi in base al cambiare dei tempi, dei motivi, delle modalità e degli sguardi con cui si guarda con inquietudine al presente ed al futuro più prossimo.

Immagine di copertina per il post
Culture

Le monde est à nous

Rap e seconde generazioni: dare voce ai senza voce

Immagine di copertina per il post
Culture

Occupazione temporanea del MAXXI: dal mondo dell’arte pro Palestina

Occupazione temporanea del MAXXI – mobilitazioni dal mondo dell’arte
in sostegno della Palestina.

Immagine di copertina per il post
Culture

Addio a Giovanna Marini: custode della musica popolare

E’ morta a 87 anni Giovanna Marini, cantautrice e ricercatrice della tradizione orale. Ha percorso tutta Italia raccogliendo una massa sterminata di canti popolari in lingua italiana e nei vari dialetti e lingue regionali.

Immagine di copertina per il post
Culture

50 anni dalla strage di Piazza della Loggia – Maggio 2024 su Radio Onda d’Urto

Radio Onda d’Urto dedica la programmazione dell’intero mese di maggio (dal 6 al 31 maggio 2024) al 50esimo anniversario della Strage fascista, di Stato e della Nato di Piazza della Loggia, avvenuta il 28 maggio 1974 a Brescia.

Immagine di copertina per il post
Culture

Quando il polemos si fa prassi

Majakovsky aveva paura che «una corona» avrebbe potuto «nascondere la sua fronte così umana e geniale e così vera» e «che processioni e mausolei» avrebbero offuscato la «semplicità di Lenin».

Immagine di copertina per il post
Culture

Altri Mondi / Altri Modi – Conclusa la seconda edizione. Video e Podcast degli incontri

La seconda edizione del Festival Altri Mondi/Altri Modi si è chiusa. E’ stata un’edizione intensa e ricca di spunti: sei giorni di dibattiti, musica, spettacoli, socialità ed arte all’insegna di un interrogativo comune, come trovare nuove strade per uscire dal sistema di oppressione, guerra e violenza che condiziona quotidianamente le nostre vite?

Immagine di copertina per il post
Culture

Le ultime parole scritte da Malcolm X riguardavano il sionismo. Ecco cosa disse

Per Malcolm X, il sionismo era indissolubilmente legato al più ampio colonialismo europeo. In un passaggio poco conosciuto scritto poco prima del suo assassinio, affermò chiaramente che vedeva il sionismo non solo come una minaccia per la Palestina, ma per l’intero Terzo Mondo.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

No Tav: siamo la montagna che si difende… da 18 anni!

Si è conclusa ieri la tre giorni No Tav in occasione dell’8 dicembre di quest’anno. Un anno che ha visto un’accelerazione da parte di chi devasta la montagna e di chi reprime chi la difende in particolare in questi ultimi mesi.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

8 dicembre 2023 – In 10mila di nuovo in marcia contro il Tav!

Una grande marcia popolare ha attraversato ieri le strade della valle. 10mila No Tav, partiti da Susa, hanno riempito la statale per raggiungere Venaus dopo 18 anni dalla battaglia che ci ha permesso di riconquistare quelle terre che oggi ospitano il presidio.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Marcia popolare No Tav: venerdì 8 dicembre Susa-Venaus.

Da sempre l’8 dicembre per il Movimento No Tav è un momento di ricordo della grande giornata di lotta e resistenza del 2005 ma è soprattutto uno sguardo che dal passato volge al futuro per continuare la battaglia contro il progetto del treno ad alta velocità Torino Lione.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Rappresaglia a bassa felicità! Su perquisizioni ed arresti

Continua ad essere il basso tenore morale l’elemento che contraddistingue l’azione della Questura torinese. Alle prime ore del mattino un ingente schieramento di forze di polizia (digos a decine e reparti antisommossa) si è presentato ai presidi di San Didero e di Venaus, oltre che alla Borgata 8 dicembre, antistante il presidio e luogo dove si è appena concluso il Festival.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

21-23 Luglio: Campeggio di Lotta in Valsusa

E’ uscito negli scorsi giorni il programma del Campeggio di Lotta 2023 in Valsusa.

Immagine di copertina per il post
Divise & Potere

Tentativo di CENSURA contro il Festival Alta Felicità

Abbiamo appreso qualche giorno fa sui giornali la notizia di un’indagine, partita un anno fa a seguito dell’edizione del Festival Alta Felicità 22, che ha portato sul banco degli imputati il sindaco di Venaus, Avernino Di Croce, No Tav di lunga data, indagato con l’accusa di abuso e omissione di atti d’ufficio.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Ciao Fulvio

Un ultimo saluto a Fulvio attraverso le dolci e affettuose parole di Nicoletta Dosio.

Immagine di copertina per il post
Culture

HACKMEETING DA OGGI A TORINO !

Prende il via oggi a Torino l’hackmeeting, l’annuale incontro di chi si definisce hacker in Italia e che quest’anno si svolge al centro sociale Gabrio fino a domenica 11 settembre.  In arrivo nel capoluogo piemontese centinaia di persone per tre giorni di seminari, giochi, dibattiti, scambi di idee e apprendimento collettivo (il programma è disponibile […]

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

25/28 agosto – Campeggio Studentesco No Tav

Dal 25 al 28 agosto non prendete impegni: arriva il Campeggio Studentesco NO TAV, come ogni anno nel meraviglioso presidio di Venaus (TO), in piena Val di Susa! Dopo un anno di attivazione nelle università e nelle scuole, sentiamo il bisogno di creare uno spazio attraversabile e costruibile da tutt*, un luogo di crescita, di […]

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

21/25 luglio: Campeggio di lotta No Tav

L’estate No Tav è cominciata e come ogni anno arriva anche il campeggio di lotta che quest’anno si svilupperà tra il Presidio Permanente dei Mulini, dove arriverà la Carovana Ambientale per la Salute dei Territori, lo storico Presidio di Venaus e il nuovo Presidio di San Didero. Tre luoghi che sono simbolo della nostra lotta […]