L’opera dell’imperialismo e dei suoi scagnozzi (alleati) non è una sorpresa

Stampa

Il punto di vista di Rawa sulla condizione in Afghanistan. Ottobre 2021. Estratto del dossier pubblicato da Rawadossier pubblicato da Rawa *

||||
|||| ||||

Per la maggior parte degli opinionisti politici la veloce conquista di Kabul da parte dei talebani è stata una sorpresa perché non si pensava così immediata. Questo è successo perché i militari afghani non hanno fatto nulla per evitarlo.

30 anni fa L’America con i suoi alleati, pakistani e arabi hanno finanziato e armato i mujaheddin per fare la guerra contro i russi e costringerli ad abbandonare l’Afghanistan. Quando poi gli americani si sono resi conto che i mujaheddin non erano per loro affidabili hanno sostenuto e finanziato i talebani che hanno poi governato per 5 anni. Dopo di che gli americani e i suoi alleati sono intervenuti militarmente con la scusa di combattere il terrorismo e nel nome della democrazia, della libertà e del diritto alle donne imponendo governi di proprio gradimento i cui rappresentanti erano persone corrotte, mafiose e delinquenti. E quando le mogli dei militari morti per difendere il loro paese si presentavano di fronte a questi personaggi per richiedere aiuti economici questi ne approfittavano per pretendere da loro prestazioni sessuali. Questo tutti lo sapevano ed è scoppiato uno scandalo denunciato dai media ma nessuno è intervenuto perché faceva comodo. “Lenin” nel suo libro “L’imperialismo fase suprema del capitalismo” diceva che l’imperialismo era un sistema che teneva sotto controllo i paesi più poveri e non avrebbe garantito libertà e democrazia. “John Foster Dols” diceva che l’America non aveva amici ma quello che faceva lo faceva solo per il proprio interesse.

L’America ritorna o no?

Strategia dell’America in Afghanistan:

Prevenire lo sviluppo della Cina attraverso la realizzazione di una strada chiamata Nuova Via della Seta per il miglioramento dei suoi collegamenti commerciali con i paesi dell’EuroAsia.

Creare instabilità in Cina appoggiando movimenti indipendentisti quali gli Uiguri e i Tibetani, talebani, Isis.

Impedire la realizzazione del progetto TAPI e l’utilizzo delle risorse afghane.

L’America non abbandonerà l’Afghanistan senza raggiungere questi obiettivi. Perciò non la invaderà militarmente ma attraverso aiuti tecnologici e finanziari.

L’ America non resterà inattiva per mantenere la loro presenza militare, politica ed economica, e minare l’avanzata della Cina e della Russia in Afghanistan, assistendo i talebani e l’Isis. Però, come ha cacciato i talebani 20 anni fa dall’Afghanistan in pochi giorni, anche oggi se si rendesse conto che i talebani non soddisfano più ai propri interessi sono pronti a cacciarli.

L’operazione dell’Afghanistan è stata pianificata dai talebani?

L’arrivo dei talebani era già un piano segreto reso chiaro dopo gli incontri di Doha dove Trump ha incontrato il Mullah Baradar e concordato la valorizzazione e il rilascio di 5000 prigionieri talebani. L’America ha trattenuto milioni di dollari depositati nelle loro banche dai tecnocrati, politici corrotti e jihadisti invece di renderli al popolo afghano. Così come in Afghanistan e in paesi simili, per l’America è considerato un gioco riguardo al rispetto della dignità umana, della democrazia, dei diritti delle donne e del progresso del paese. I talebani, finanziati dal Pakistan e dai paesi arabi, non sognavano nemmeno di sconfiggere gli Stati Uniti ma si accontentavano di avere un minimo ruolo nel governo. Se gli Stati Uniti non avessero aiutato i talebani questi non sarebbero stati in grado di sconfiggere così velocemente l’esercito governativo. Il tradimento degli Stati Uniti nel confronto dell’esercito afghano è stato lo stesso di quello perpetrato nei confronti dell’esercito irakeno, dove l’ISIS ha conquistato in breve tempo Mosul e distrutto il suo esercito.

 Contraddizione tra la creazione dei talebani da parte degli americani e la guerra nei loro confronti.

L’America prima crea e finanza gruppi terroristici in tutti i paesi in cui ha interessi economici o militari, poi quando vede che questi non corrispondono ai suoi interessi li butta via o li tiene in vita per un futuro riutilizzo.

Note importanti:

La dipendenza di uno stato, di una organizzazione e di un individuo dall’imperialismo (America) è considerata una catastrofe;

Quando gli interessi dell’imperialismo lo richiede non esita a versare il sangue e la distruzione di una nazione;

Uno dei motivi per cui il popolo afghano, ieri e oggi, non si oppone ai talebani è dovuto al fatto che le ferite causate dai traditori jihadisti sono state troppo forti e preferisce il governo selvaggio dei talebani alla mafia jihadista (Karzai, Ghani, Abdullah);

Molti dicono di rimpiangere la vita di 20 anni fa quando le opportunità, quali la libertà dei media e i progressi in altri aspetti della vita, pur se poca cosa, erano concessi al popolo afghano per distoglierlo dalla consapevolezza delle politiche e degli obiettivi dell’America.

Intellettuali e talebani

Negli ultimi 20 anni la maggior parte degli intellettuali afghani non si è impegnata nella lotta anti jihadista e antimperialista ma si sono opposti solamente contro i talebani.

Che fine faranno i talebani?

Come i talebani sono velocemente saliti al potere grazie al sostegno degli americani e dell’ISI (Servizio Informazioni Interno Pakistano) così velocemente saranno scacciati perché sono odiati dal popolo afghano, e in particolare dal popolo del nord, dagli hazara e dagli sciiti che non perdonano i loro crimini.

Inoltre non sono mai d’accordo tra di loro in quanto appartenenti a diverse etnie, per il potere e per la spartizione dei soldi.

Altro motivo per cui i talebani cadranno presto è causato dal conflitto tra le due fazioni all’interno del governo, quella di Haqqani e quella del Mullah Baradar che sta diventando di giorno in giorno più serio.

I talebani non risponderanno positivamente alle richieste politiche e sociali della gente, e questo causerà gravi conflitti con il popolo afghano.

I talebani però saranno costretti a reclutare uomini e donne istruite per potere governare e questo sarà contro i loro principi.

I talebani avranno bisogno dell’aiuto dell’occidente per poter governare.

Sebbene gli Stati Uniti e i loro alleati abbiano cercato di privare il nostro paese di migliaia di ragazze e ragazze giovani e istruiti e di rendere il Pakistan il dominatore dell’Afghanistan, i movimenti di liberazione esistono ancora.

L’unica soluzione è la lotta nazionale del popolo afghano e dei gruppi rivoluzionari che con la loro determinazione sperano di continuare fino alla fine.

Trad. a cura di Cisda

Da Osservatorio Afghanistan

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons