Gaza, Onu bersaglio pietre e scarpe!

Stampa

Gaza, Onu bersaglio pietre e scarpe!

La contestazione palestinese ha causato un ritardo del programma di viaggio del segretario verso Kahn Yunes, nel Sud della Striscia. La protesta è contro il mancato inserimento in agenda di un incontro di Ban Ki-Moon con familiari di palestinesi detenuti nelle carceri israeliane, che, secondo i manifestanti denota un atteggiamento 'né morale né umano' da parte del segretario dell'Onu.

Ieri 'l'uomo Onu' ha incontrato separatamente il premier israeliano Benjamin Netanyahu a Gerusalemme e il presidente palestinese Abu Mazen a Ramallah, in Cisgiordania. Mentre ha deciso di non incontrare i vertici di Hamas, governatori della Striscia di Gaza, come gesto di continuità con il ridicolo ed ideologico boicottaggio della comunità internazionale.

Oggi si concluderà la sua visita di tre giorni in Giordana, Israele e Territori palestinesi, pensata per la ripresa dei debolissimi 'colloqui esplorativi' avviati ad Amman sotto l'auspicio del 'quartetto' per il Medio Oriente (Stati Uniti, Russia, Unione Europea e Onu), traccia di mediazione che ha già manifestato la sua completa inutilità e strumentalità a vantaggio dello Stato sionista.

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons