DONNE PALESTINESI PRIGIONIERE: LA CONTINUA LOTTA PER LA LIBERTÀ

Stampa

Le donne palestinesi detenute nelle carceri israeliane rappresentano tutte le categorie della società palestinese

||||
|||| ||||


Oggi ci sono 43 donne e ragazze palestinesi imprigionate nelle carceri israeliane. Molte di loro soffrono di problemi di salute e la pandemia globale di COVID-19 rappresenta una minaccia significativa, specialmente per le difficili condizioni di detenzione della prigione di Damon, precedentemente una stalla per animali. Le donne palestinesi detenute nelle carceri israeliane rappresentano tutte le categorie della società palestinese: parlamentari, leader, giornalisti, assistenti sociali, attivisti, studenti, madri, sorelle, figlie, zie, badanti, operatori sanitari e molti altri.

Nel lungo corso storico della causa palestinese, le donne palestinesi sono state al centro del movimento di liberazione in tutti gli aspetti della lotta e hanno svolto un ruolo particolarmente significativo nello storico movimento dei prigionieri detenuti, conducendo scioperi della fame e continuando la lotta per la libertà.

Il movimento di solidarietà dei prigionieri palestinesi di Samidoun elogia il ruolo guida delle donne palestinesi nella lotta e sollecita l’immediata liberazione di tutti i prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane.

Amal Taqatqa– di Beit Fajjar (Betlemme), condannata a sette anni Israa Jaabis – dalla Gerusalemme occupata, gravemente ferito; condannata a 11 anni Helwa Hamamreh – di Husan (Betlemme), condannata a sei anni Nisreen Hasan – di Haifa, occupata la Palestina ’48, condannata a sei anni Sabreen Zbeedat – di Sakhnin, occupato dalla Palestina “48, condannata a 50 mesi Maysoun Musa Jabali – di Shawahreh (Betlemme), condannata a 15 anni Rawan Abu Ziyada – di Ramallah, condannata a nove anni Shorouq Dwayyat – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 16 anni Marah Bakir – da Gerusalemme occupata, condannata a 8,5 anni (all’età di 16 anni) Nurhan Awad – dal campo profughi di Qalandiya, condannata a 10 anni Fadwa Hamadeh – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 10 anni Malak Suleiman – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 10 anni (all’età di 17 anni) Wafa Mahdawi – di Alshweika (Tulkarem), condannata a 18 mesi (madre di Ashraf Na’alwa) Ansam Shawahneh – di Qalqilya, condannata a cinque anni Shatila Abu Ayyad – dal 1948 occupata la Palestina, condannata a 16 anni Ayat Mahfouz – di al-Khalil, condannata a cinque anni Amani al-Hashim – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 10 anni Jihan Hashima – dalla Gerusalemme occupata, condannata a quattro anni Asiya Kaabneh – di Duma (Nablus), condannata a 43 mesi Amina Odeh – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 33 mesi Fawzieh Hamad Qandil – da Ramallah, condannato a 20 mesi Balsam Sharaeh – di al-Lydd, occupata la Palestina ’48, arrestata in attesa di processo Bayan Faraoun – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 40 mesi Rawan Anbar – da Ramallah, condannata a tre anni Aisha al-Afghani – dalla Gerusalemme occupata, condannata a 15 anni Tasneem al-Assad – dalla Lakia, occupata la Palestina ’48, condannata a 5 anni Rahmeh al-Assad – dalla Lakia, occupata la Palestina ’48, condannata a 4,5 anni Samar Abu Thaher – di Gaza, condannata a 2,5 anni Ranwa Shinawi – dalla Palestina occupata ’48, arrestata in attesa di processo Shorouq al-Badan – detenuta senza accusa o processo sotto detenzione amministrativa Inas Asafreh – di al-Khalil, arrestata in attesa di processo Abu Ghosh – del campo profughi di Qalandiya, arrestata in attesa di processo Samah Jaradat – di Ramallah, arrestata in attesa di processo Khalida Jarrar – di Ramallah, arrestata in attesa di processo Shatha Hassan – Presidente del consiglio studentesco Bir Zeit, detenuta senza accusa o processo sotto detenzione amministrativa Bushra al-Tawil – giornalista palestinese di Ramallah, detenuta senza accusa o processo sotto detenzione amministrativa Rawan al-Samhan – di al-Khalil, condannata a 18 mesi Azhar Qasem – di Qalqilya, arrestata in attesa di processo Suheir Salimiyeh – di al-Khalil, arrestata in attesa di processo Suzan Moubayed – da Gerusalemme occupata, detenuta in attesa di processo Halimeh Khandaqji – di Ramallah, arrestata in attesa di processo Nawal Fetheya – da Gerusalemme occupata, arrestata in attesa di processo Aya Khatib – dalla Palestina occupata ’48, arrestata in attesa di processo

Da invictapalestina

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons