Stampa questa pagina

Una Zona Autonoma nel cuore di Seattle: intervista con Gwenola Ricordeau

25 Giugno 2020 | in APPROFONDIMENTI.

Abbiamo tradotto questa interessante intervista tratta da ACTA, media autonomo francese, a Gwenola Ricordeau che riporta una serie di impressioni dalla zona autonoma nata a Capitol Hill, Seattle.

||||
|||| ||||

Dall'8 giugno è stata istituita una "zona autonoma" nel cuore di Seattle, sulla scia del movimento contro il razzismo e la violenza della polizia che colpisce gli Stati Uniti in seguito all'assassinio di George Floyd. Mentre questo 20 giugno ci sono notizie della morte di un trentenne afro-americano ucciso a colpi d'arma da fuoco all'interno del CHAZ, stiamo pubblicando un'intervista con Gwenola Ricordeau che è andata lì e ha risposto a le nostre domande: descrive il funzionamento dell'area, la sua composizione sociale, le attività e le discussioni politiche che si svolgono lì. Questa intervista ci permette di cogliere dall'interno le realtà e le sfide di un esperimento locale la cui risonanza attraversa i confini e che fa parte di un movimento di rivolta storica.

Sei andata qualche giorno al CHAZ di Seattle... Puoi prima spiegarci cos'è CHAZ?

Sì! Seattle è a una decina di ore da dove vivo in California. Sono arrivata sabato 13 e sono partita lunedì 15. Quindi non sono rimasto molto a lungo, ma ho cercato di discutere con quante più persone possibili e di partecipare alle attività politiche il più possibile.

La CHAZ (Capitol Hill Autonomous Zone) si trova, come suggerisce il nome, nel quartiere di Capitol Hill, nel centro di Seattle. È un quartiere LGBTQ, dove ci sono molte attività culturali e alternative, ed è molto popolare tra la popolazione studentesca della città.

La CHAZ comprende diversi blocchi e un parco, Cal Anderson Park (mappa). All'ingresso ci sono barricate generalmente tenute da poche persone. All'interno dell'area, alcune aziende sono ancora aperte, altre sono chiuse e barricate.

1bis 1536x1152

Quando e come è stato creata la CHAZ?

CHAZ è stata creata l'8 giugno dopo una settimana di proteste convocate dal Black Lives Matter (BLM), incentrato sul distretto di polizia orientale a Capitol Hill. La polizia ha abbandonato la stazione di polizia: non è occupata, ma è chiusa ed è stata ribattezzata "People Precinct". Il suo ingresso (che presenta un gigantesco poster di Angela Davis) è diventato un memoriale per le vittime di crimini della polizia, con molti fiori e candele...

Dal 13 giugno, CHAZ è stato ribattezzato CHOP (Capitol Hill Occupational Protest). L'abbandono dell'espressione "zona autonoma" (che fa riferimento a "Zone autonome temporanee" e "Zone da difendere") non è unanime. È stato giustificato da alcune persone come un modo per sottolineare che le lotte continuano…

2bis

Concretamente, come si presenta la CHAZ / CHOP?

Da un lato ci sono diverse estremità della strada in cui ci sono tende (e talvolta generatori) sui marciapiedi, con in particolare un servizio di assistenza medica e la "no cop co-op" ("cooperativa senza poliziotti") in cui cibo, bevande e generi di prima necessità sono distribuiti liberamente. È in questo spazio che c'è l '"angolo di conversazione" dove si può venire in qualsiasi momento a discutere, specialmente su temi stabiliti. Non lontano da lì, ci sono spesso alcuni tavoli di rassegna stampa con fanzine o reti di scambio di libri.

3 1 1536x1152

Poco più avanti c'è il "People Precinct". Qui c'è anche una piattaforma attorno alla quale si svolgono discussioni, attività politiche, concerti. Quasi ovunque, ci sono murali recenti, graffiti...

C'è un altro spazio che è quello di Cal Anderson Park. È costituito da un campo sportivo in cui ci sono alcune tende residenziali, ma anche tende dove è possibile trovare cibo, cure per la salute mentale o persino caricabatterie per telefoni o altro. Molte persone vengono a sedersi sul campo sportivo, a praticare sport o musica in alcuni luoghi. Sul lato del campo sportivo, c'è uno spazio verde su cui si trovano la maggior parte delle tende (circa 30), i bagni pubblici e anche un orto.

In generale, la CHAZ / CHOP dà l'impressione di ricevere molte donazioni (cibo, pizza, tende, sacchi a pelo, materiali artistici, ecc.). La maggior parte delle tende rifiuta le donazioni in denaro e chiede invece di portare ciò di cui l'area ha bisogno.

4bis 1536x1152

Hai parlato di un orto?

Sì, c'è un orto fatto per e da Amerindi e Neri. Crescono in particolare le "tre sorelle" (mais, piselli e zucca) che i popoli amerindi coltivano tradizionalmente insieme. L'organizzazione di un orto non è nulla di aneddotico poiché gli americani e i neri furono privati ​​dell'accesso alla terra dalla colonizzazione dell'insediamento dei bianchi e del sistema proprietario della piantagione. Le discussioni intorno all'orto e il desiderio che questo avvenga per e da nativi americani e neri mi hanno fatto pensare al movimento dei giardini degli operai in Francia (e altrove) che ha contribuito a migliorare le condizioni di vita delle classi lavoratrici e pensare a forme di autonomia.

IMG 2099 1536x1152

Ci sono molte persone che frequentano la CHAZ / CHOP? Chi sono le persone che incontri lì? Molti vengono da fuori Seattle?

Durante il giorno, e specialmente nei fine settimana, ci sono davvero molte persone. Ho sentito la cifra di 60.000 persone. Di notte, sono circa alcune centinaia tra le persone che soggiornano nel campo, quelle che si trovano nelle tende dell'organizzazione (mediche, alimentari, ecc.) e quelle che si trovano all'ingresso della zona.

Quando ho preso la decisione di andare a Seattle, avevo un po'paura di contribuire a un fenomeno del "turismo militante" e non mi aspettavo di essere necessariamente ben accolta altrove. Ma le persone che ho incontrato alla CHAZ / CHOP sono state molto sorprese dal fatto che venissi da così lontano e sembrava piuttosto insolito!

Data la centralità di BLM nel movimento, sono rimasta sorpresa dal fatto che ci fossero così tanti bianchi. Questo è senza dubbio in parte l'immagine della città, che ha solo l'8% di neri su una popolazione di 750.000 abitanti. È sempre difficile apprezzare la composizione sociale di un movimento sulla base di semplici osservazioni, soprattutto perché non sono rimasta molto a lungo, ma in breve, nella CHAZ / CHOP, abbiamo chiaramente l'impressione che le persone siano principalmente giovani (in particolare studenti, "precariato cognitivo"...) e bianchi. È molto diverso quando si tratta di parlare, dove sembra molto chiaro che deve prima essere fatto da persone razzializzate.

5 2 1536x1152

Abbiamo sentito che Donald Trump stava minacciando la CHAZ / CHOP... Più in generale, che dire delle minacce (di estrema destra o di altri) che incombono sulla zona autonoma?

In effetti, l'11 giugno, Donald Trump ha fatto delle minacce e, alla luce dei suoi tweet, sembra molto turbato da ciò che sta accadendo a Seattle. Dal 1 ° giugno, ha fatto attivamente una campagna per avere gli "antifas", a cui si riferisce come se fossero un'organizzazione specifica, nella lista degli Stati Uniti delle organizzazioni terroristiche. Nell'attuale clima negli Stati Uniti, l'ostilità nei confronti dell'antifa - che viene regolarmente definita "terrorista" - è molto palpabile.

Tuttavia, la CHAZ / CHOP non incontra alcuna vera ostilità a livello locale, anche se ci sono voci persistenti secondo cui gruppi di estrema destra potrebbero tentare di riconquistare l'area. La polizia non ha seriamente tentato di intervenire nell'area e il sindaco democratico di Seattle, Jenny A. Durkan, per il momento è molto accomodante con la CHAZ / CHOP, che ha visitato. Ci sono incontri quotidiani tra attivisti e servizi municipali. Quindi le persone non sembrano preoccupate.

Coloro che vogliono entrare nella CHAZ / CHOP sono filtrati? Non c'è davvero nessuna polizia? È un po' un casino o no?

Non è un vero confine con un controllo dei documenti di identità! Tutti entrano senza intoppi, anche se molte persone si fermano per scattare foto dei cartelli d'ingresso. Fox News e i media della fachosfera hanno affermato che le persone sono state viste alla CHAZ / CHOP con le armi. Dovresti sapere che lo stato di Washington autorizza il trasporto di armi in pubblico... Ma non ho visto niente del genere!

Durante il giorno c'è un'atmosfera abbastanza familiare, anche se non ci sono molti bambini (perché non è ufficialmente consigliato portarli e non c'è spazio dedicato a loro) . Ho dormito due notti lì e anche se di notte l'atmosfera è un po' diversa, per uno spazio in cui vivono così tante persone, l'ho trovato abbastanza tranquillo.

Ovunque, ci sono persone che si occupano della sicurezza e sono addestrate nelle tecniche di risoluzione dei conflitti. Inoltre, vi è una forte presenza di "medici di strada". Se a ciò si aggiungono gli equivalenti dei "team legali", delle persone responsabili della pulizia dell'area, si ottiene un'impressione di organizzazione molto grande!

6bis 1536x1152

Come è la situazione della pandemia a Seattle? Quali precauzioni vengono prese?

Seattle e lo stato di Washington sono stati finora relativamente risparmiati dalla pandemia. Sono state adottate misure di contenimento e non sono state ancora completamente revocate. Sulla CHAZ e (per quanto ho visto) altrove in città, l'uso delle maschere è stato seguito piuttosto ampiamente, in particolare quando le "distanze di sicurezza" non potevano essere rispettate. C'erano gel idroalcolici e maschere disponibili e ho visto persone che offrivano maschere ad altri che non le avevano. I manifesti hanno ricordato ovunque le precauzioni da prendere. Personalmente, sto uscendo da tre mesi di reclusione ed è stata quindi una bella sorpresa vedere come tutte queste misure precauzionali non impediscano incontri, sorrisi, convivialità…

7bis 1

Quali sono le attività politiche della CHAZ / CHOP?

Innanzitutto, bisogna dire che un grande spazio è dedicato al rendere omaggio alle vittime di crimini della polizia e sono stata colpita dal numero incessante di persone che vengono a meditare lì.

Ho citato l '"angolo di conversazione" che funziona sempre. Ma oltre a ciò, ci sono molte attività. C'è un calendario che ti permette di avere il programma, anche se a volte le informazioni non circolano molto bene alla CHAZ / CHOP ma piuttosto sui social network. Oltre a una riunione generale quotidiana, ci sono sempre diversi eventi (discorsi, dibattiti, musica...). Ad esempio, quando ero lì, sabato c'era un evento organizzato da donne nere ("Black is Beautiful: Woman") e domenica un evento culturale di "popolazioni indigene di Turtle Island", della diaspora africana e popolazioni indigene del Pacifico [Pasifika] ”.

Ma ci sono anche cose che accadono al di fuori di CHAZ / CHOP. Ad esempio, sabato 13, c'è stata una "dimostrazione rumorosa" contro la polizia al North Precinct. È stata semplicemente un'azione per diverse ore per impedire (più o meno) l'ingresso e l'uscita da una stazione di polizia facendo il massimo rumore. Domenica 14 c'è stata una manifestazione BLM che ha riunito diverse migliaia di persone. In breve, c'è sempre qualcosa da fare, in città o alla CHAZ / CHOP.

8 1152x1536

Hai menzionato i popoli amerindi. Le loro lotte sono molto presenti alla CHAZ / CHOP?

È un po' difficile per me fare una valutazione reale al di là dell'organizzazione dell'evento culturale a cui ho potuto partecipare e di cui ho parlato, e della presenza di un gruppo di Nativi americani che avevano un tepee a Cal Anderson Park.

D'altra parte, c'è qualcosa di significativo: proprio come le riparazioni fanno parte di ciò che sentiamo spesso quando si tratta di combattere il razzismo, è abbastanza normale menzionare le terre rubate ai nativi americani. Per coloro che non conoscono le lotte americane, dovreste sapere che è sempre più comune nel Nord America che istituzioni (come il municipio di Seattle), gruppi o individui facciano dichiarazioni in cui riconoscere che si trovano in un territorio non concesso da un popolo nativo americano (vedi mappa). Ad esempio, Seattle è la terra del popolo Coast Salish e del Duwamish. Nei movimenti sociali, è sempre più frequente che venga posto - anche se ovviamente le lotte amerindi non si fermano qui.

I nativi americani sono altrettanto rappresentati tra le vittime di crimini della polizia e, ad esempio, alla CHAZ / CHOP, si è parlato molto del caso di Stonechild "Stoney" Chiefstick, un membro delle nazioni Chippewa Cree e Cowichan, ucciso dalla polizia a luglio 2019.

IMG 2121 1536x1152

Seattle ha la reputazione di essere una città di estrema sinistra con forti movimenti anarchici. Ci sono molti anarchici alla CHAZ / CHOP? Quali organizzazioni sono presenti?

Sì, Seattle ha questa reputazione, non da ultimo a causa delle proteste del novembre 1999 contro il vertice dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) che ha segnato la nascita "ufficiale" dei blocchi neri. Ma devo dire che per la maggior parte delle persone che ho incontrato che avevano vent'anni, sembrava una storia antica!

Quindi sì, ho incontrato persone che si definiscono "anarchici" o "antifa", ma l'area non è un luogo anarchico. Inoltre, ho visto diverse volte volontari per iscriversi alle liste elettorali... Anche se il rapporto politico alle elezioni è un po' diverso in Francia e negli Stati Uniti perché queste sono segnate da una lunga storia di privazione dei diritti civili delle minoranze razziali - e ho l'impressione che molte più persone negli Stati Uniti che in Francia si definiscano anarchiche e votino alle elezioni...

In breve, ho incontrato per lo più molte persone che non rivendicavano alcuna tendenza politica o che si definivano "militant.es queer", "abolizionisti [del sistema penale]", "antirazzisti ... E poi, senza dubbio si tratta di una vera differenza tra gli Stati Uniti e la Francia: non esiste negli Stati Uniti una pletora di gruppi politici! Quando hai una piccola esperienza di movimenti sociali in Francia, ti aspetti di vedere molti gruppi politici lì, che gestiscono tavoli, distribuiscono volantini e giornali. Niente di tutto questo avviene qui, anche se probabilmente mi sono persa di nuovo delle cose. Ho notato solo la presenza dell'alternativa socialista (un'organizzazione trotskista) e dei socialisti democratici d'America (un'organizzazione socialdemocratica) e dei sostenitori di Bernie Sanders.

E i sindacati?

Su CHAZ / CHOP, non lo so, ma ILWU, un sindacato di lavoratori portuali, era presente alla dimostrazione #BLM a cui ho partecipato e il 19 giugno il sindacato ha in programma di dimostrare e chiudere l'enorme porto di Seattle per 8 ore, come parte di un movimento congiunto in tutti i porti della West Coast. La questione dell'esclusione dei sindacati di polizia centralizzati è attualmente oggetto di numerosi dibattiti negli Stati Uniti e questa unione ha preso una posizione a favore di questa esclusione.

Come vengono prese le decisioni nella CHAZ / CHOP?

Ogni giorno c'è un'assemblea generale e comitati dedicati ad alcuni aspetti della mobilitazione e della CHAZ / CHOP. Sono necessarie ulteriori osservazioni per capire come vengono effettivamente prese le decisioni e le forme di leadership che possono esistere. Ma sembra che le assemblee generali non siano centrali per l'organizzazione, che è una grande differenza rispetto al movimento Occupy Wall Street per esempio.

Ci sono delle rivendicazioni? È presente la domanda sull'abolizione della polizia?

Sì, esiste un elenco di richieste che è stata stabilita a nome della CHAZ / CHOP. Ma ci sono anche le rivendicazioni di BLM Seattle / King County e quindi questa piattaforma supportata da una coalizione più grande. C'è molto in comune tra queste diverse liste e menzionano tutte l'abolizione della polizia e del sistema penale. Ma ci sono linee di demarcazione sulla strategia da adottare per raggiungere questo obiettivo tra questi testi, ma anche tra questi testi e i discorsi tenuti dalle persone nella CHAZ / CHOP. In effetti, sentiamo molti discorsi sulla mancanza di formazione degli agenti di polizia, sul loro pessimo reclutamento o sulla mancanza di supervisione della polizia. Per intenderci il tipo di riforme a cui si riferiscono questi critici della polizia non fanno nulla per ridurre il potere della polizia e si basano sull'idea che una "buona polizia" sarebbe possibile.

In questo momento negli Stati Uniti, lo slogan "Defund" è piuttosto popolare. A Seattle, è stato ripreso dalle rivendicazioni della King County Equity Now Coalition di dimezzare il bilancio della polizia (o $ 180 milioni) e ridistribuirlo - con 50 milioni destinati alla comunità nera. Sentiamo anche la proposta che l'Ufficio del Commissario diventi un'area di giustizia trasformativa. Ma alcune critiche sono state dirette allo slogan "Defund", soprattutto perché rischia di oscurare quello che sarebbe il vero scopo dell'abolizione della polizia.

IMG 2149 1536x1152

Ci sono cose che ti hanno sorpreso?

Non ho molta esperienza di movimenti sociali negli Stati Uniti, ma penso che quando vieni dalla Francia, c'è la sorpresa di vedere come il non misto (mixité in francese ndt) non sia più realmente oggetto di dibattito ed è parte integrante degli strumenti di lotta. Ad esempio, il 19 giugno, la CHAZ / CHOP sarà nero non misto per tutto il giorno.

A Seattle, ho scoperto la pratica del "microfono umano" che esiste dagli anni 2000, ma che si è diffusa durante Occupy Wall Street (nel 2011). Consiste nel chiedere alla folla, alla quale si lancia un "Mic check!", di ripetere ciò che una persona dice dalla tribuna e / o dal megafono. Deve fare frasi brevi (in modo che la folla possa ripeterle). È una tecnica abbastanza potente che consente la comunione della folla, ma limita anche le forme di discorso. L'ho trovato molto utile quando c'era un movimento della folla: eravamo in centinaia con persone che correvano senza che nessuno capisse cosa stesse succedendo. Molto rapidamente, una persona che sapeva cosa stava succedendo prese un megafono; ha detto "non c'è niente di grave", "arriverà un team medico"... È perché la folla ha ripetuto queste frasi che ho potuto, da dove ero, evitarmi panico. È stato davvero molto efficace!

Ci sono altre aree autonome attualmente negli Stati Uniti?

Ci sono stati tentativi di stabilire zone autonome a Portland, Asheville e Nashville. A Filadelfia, Camp Maroon è stata creata da senzatetto: improvvisamente la base sociale è necessariamente diversa da quella di CHAZ / CHOP. (anche a Washington negli scorsi giorni ci sono stati tentativi di stabilire una Zona Autonoma vicino alla Casa Bianca, la Black House ndt)

Possiamo già parlare delle vittorie ottenute dalla CHAZ / CHOP? Come vedi il futuro della CHAZ / CHOP? Quali sono le prospettive politiche?

Il livello di confronto (una settimana di dimostrazioni) che ha consentito l'istituzione della CHAZ / CHOP è di per sé una vittoria. Va anche notato che lunedì 15 giugno il consiglio comunale ha votato all'unanimità per vietare l'uso di gas lacrimogeni e tecniche di soffocamento da parte della polizia. Indubbiamente ci saranno ricorsi contro questa decisione, ma ciò contribuisce alla diffusione di tattiche che indeboliscono la polizia: la questione del ricorso ai consigli comunali e ai rappresentanti eletti locali potrebbe essere oggetto di un'altra discussione.

Possiamo ancora immaginare tutto... Un indurimento della lotta (con, ad esempio, l'occupazione della stazione di polizia e la ripresa / continuazione delle manifestazioni) e una CHAZ / CHOP che è uno spazio per l'organizzazione politica. O, al contrario, una putrefazione della situazione grazie a una politica locale che riuscirebbe a "recuperare" questo movimento integrando un certo numero di richieste nel proprio programma e contribuendo a trasformare Capitol Hill in un vasto spazio di alternativa a beneficio di una gioventù bianca ed educata.

Questa possibilità di integrare CHAZ / CHOP nel panorama politico ed elettorale locale è talmente facile da immaginare che un consigliere comunale, Kshama Sawant (alternativa socialista) sostiene molto attivamente l'area - ha in particolare chiesto al municipio di renderla un'area separata. Mentre il suo sostegno è stato accolto da alcuni come un segno che era possibile articolare pratiche militanti radicali e il lavoro dei funzionari eletti, è stato anche oggetto di molte critiche. In effetti, Kshama Sawant sta solo proponendo di tagliare il budget della polizia del 50% - e sta conducendo una campagna molto attiva per la tassazione di Amazon, che molte persone ritengono irrilevante.

È ancora più facile immaginare questo tentativo di recupero che ho osservato a Seattle (ma è ben lungi dall'essere una peculiarità locale) al punto che il "protest chic" è già in marcia: aziende come Sephora o ATT (telefonia), si barricarono riprendendo gli slogan e le immagini di BLM…

IMG 2143 1536x1152

Stiamo assistendo a un risveglio della sinistra radicale?

Potrebbe essere troppo presto per dirlo, ma questo movimento - al di là di ciò che sta accadendo a Seattle - è storico. È a pochi mesi dalle elezioni presidenziali, con un numero record di elettori scettici sugli appelli a votare Joe Biden per bloccare Donald Trump. Il Partito Democratico sta perdendo terreno, tra un Joe Biden che suscita poco entusiasmo, gli elettori di Bernie Sanders che si raduneranno solo parzialmente con il candidato democratico, o la crescente popolarità di personaggi politici più a sinistra come Alexandria Ocasio-Cortez.

Potresti fare un confronto tra i movimenti attuali e BLM nel 2014 o il movimento Occupy Wall Street nel 2011?

Ancora una volta, il mio campo visivo è molto limitato e non sono negli Stati Uniti da molto tempo. Ma ciò che mi colpisce è che un sacco di bianchi sembrano scoprire sinceramente il razzismo (in particolare il razzismo di polizia) e i crimini di polizia. Chiedo a molte persone i motivi per cui la morte di George Floyd li sconvolge - quando ci sono più di 1.000 persone all'anno che vengono uccise dalla polizia, che i crimini della polizia sono stati segnalati per decenni... Non credo che BLM abbia avuto un tale impatto tra i bianchi - ovviamente non è di buon auspicio per il futuro...

Per quanto riguarda il confronto con Occupy Wall Street - o gli Indignati tra l'altro - ci sono ragioni, viste da Seattle, per pensarci bene. Vi regna, infatti, sia un'energia potente, galvanizzante, sia correnti riformiste molto forti…

Hai dei siti da suggerire per tenerci aggiornati sulle attuali mobilitazioni negli Stati Uniti?

A livello nazionale per BLM, esiste Ally.wiki che elenca molte risorse su Internet. Per seguire le notizie di Seattle sui social network, puoi seguire Omari Salisbury e guardare gli hashtag #CHOP, #Chopcomms, #SeattleProtestComms o #SeattleProtest.

Altrimenti, per informazioni e riflessioni sui movimenti sociali, ci sono siti Web Black Agenda Report, It going down e CrimethInc. E giornali di sinistra, investigativi e generali come Viewpoint Magazine, Jacobin, The Nation, Mother Jones o The Atlantic.

Foto scattate da Gwenola Ricordeau il 13-15 giugno 2020 a Seattle e al CHAZ / CHOP, nel territorio non concesso dal popolo Duwamish. Queste foto sono pubblicate sotto una licenza Creative Commons CC-NC. È quindi possibile utilizzare, modificare, distribuire queste foto a condizione di distribuire tutti i contenuti utilizzandoli senza scopi commerciali.

 

Potrebbe interessarti