Brescia. Attentato incendiario fascista al csa Magazzino 47: “reagiremo con rabbia e orgoglio”.

Stampa

È successo nella notte. La presenza di un militante del centro sociale ha permesso di dare subito l’allarme e di limitare i danni. I compagni dichiarano lo stato di mobilitazione permanente antifascista in città.

||||
|||| ||||

“Questa notte dei topi di fogna si sono introdotti nel centro sociale e, dopo aver forzato una finestra, hanno appiccato un incendio all'interno del locale che ospita la libreria e l'enoteca. La finestra forzata, gli evidenti segni di effrazione e un intenso odore di benzina non lasciano dubbi sulla natura dolosa, come immediatamente notato dagli stessi Vigili del fuoco.” Scrivono i compagni e le compagne di Brescia in un comunicato diramato in mattinata.

Diversi mobili e una grande quantità di libri sono andati distrutti. Il compagno che si trovava all’interno del centro sta bene. “Possiamo affermare con certezza che si è trattato dell'ennesimo infame attacco di fascisti e razzisti che cercano di seminare un clima di odio razziale e intolleranza in città – prosegue la nota. Gli stessi che nelle scorse settimane hanno colpito le Casette occupate di via Gatti e il campo Sinti di via Orzinuovi. Gli stessi che inneggiano a Luca Traini, autore dell'attentato razzista di Macerata. Per questo reagiremo di conseguenza. Con rabbia, determinazione e orgoglio.”
Nella giornata di domani é prevista una mobilitazione nel quartiere del Carmine contro la presenza dei fascisti. Alle 11.30 si terrà una conferenza stampa al CSA Magazzino 47 in via Industriale 10.

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons