InfoAut

censura

Immagine di copertina per il post

Tentativo di CENSURA contro il Festival Alta Felicità

Abbiamo appreso qualche giorno fa sui giornali la notizia di un’indagine, partita un anno fa a seguito dell’edizione del Festival Alta Felicità 22, che ha portato sul banco degli imputati il sindaco di Venaus, Avernino Di Croce, No Tav di lunga data, indagato con l’accusa di abuso e omissione di atti d’ufficio.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

La giornalista Emanuela Irace arrestata a Istanbul ed espulsa

Azione di intolleranza del regime di Erdogan che non vuole voci ed occhi sulle sue giornate di elezioni – La giornalista Emanuela Irace è stata arrestata in areoporto di Istanbul mentre era diretta a Mardin dalle Autorità turche.

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

Palestina: Amnesty International deve essere messa a tacere!

I pannelli luminosi che riportano la denuncia di Amnesty e la condanna dell’Apartheid israeliano devono spegnersi a Torino e mai accendersi a Milano.

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Tentativo di censura contro notav.info

Riprendiamo questo articolo che riporta un tentativo di censura del portale informativo notav.info che ha dell’allucinante… Forse alcuni avranno notato che nei giorni scorsi il portale Notav.info è stato offline per alcune ore ed ha avuto qualche rallentamento. Non si è trattato di problemi tecnici o di un attacco di qualche buontempone, ma è stato […]

Immagine di copertina per il post
Approfondimenti

Giornalista marocchino rischia un anno di carcere per un tweet

Omar Radi, attivista e giornalista marocchino è stato fermato due giorni fa a Casablanca per un tweet. Omar, attivo nelle lotte sociali del 2011, aveva criticato sui social più di un anno fa, la sentenza contro il movimento del Rif, il movimento per la giustizia sociale del Marocco del nord duramente represso dalla monarchia. Adesso […]

Immagine di copertina per il post
Crisi Climatica

Censurato e sequestrato in Germania il libro Make Rojava Green Again

Nei giorni scorsi in Germania è partita per ordine del Ministro dell’Interno Horst Seehofer un’operazione repressiva che ha colpito la casa editrice curda Mezopotamya – portando al sequestro e alla censura di numerosi testi da essa pubblicati.   Tra questi Make Rojava Green Again, opera della Comune Internazionalista del Rojava dedita a divulgare i principi […]

Immagine di copertina per il post
Approfondimenti

“Costruite infrastrutture per sfuggire al bavaglio della censura!” Sull’attacco a linksunten.indymedia.org | “Build up infrastructures to resist the gag of censorship!” On the attack against linksunten.indymedia.org

  [English version below] E’ la mattina del 25 agosto quando il ministro degli interni tedesco Thomas de Mazière dichiara ufficialmente la messa al bando del sito linksunten Indymedia. Il provvedimento viene notificato a tre persone, accusate di essere le amministratrici del sito. Nelle stesse ore la polizia federale tedesca si scatena: imbeccata dai servizi […]

Immagine di copertina per il post
Conflitti Globali

La censura in Turchia impone di rimuovere i contenuti sulla strage di Suruç

Si susseguono in queste ore gli appelli in rete e in particolare su Twitter ad aggirare la censura, che ha colpito – come successo in altri momenti di alta tensione nella penisola anatolica – la libertà di utilizzo del servizio di networking creato da Jack Dorsey nel 2006, che conta peraltro oltre mezzo miliardo di […]

Immagine di copertina per il post
Culture

Il PD non si potrà neanche più criticare su internet?

Se non c’è spazio per nessun dissenso reale nell’Italia che cambia verso, a breve non ci sarà forse neanche più la possibilità di criticare i potenti, foss’anche solo a parole.  È stato presentato ieri dal democratico responsabile della Giustiza, Stefano Ermini, un emendamento bavaglio che estende la diffamazione a mezzo stampa anche a blog (e […]

Immagine di copertina per il post
Culture

Sui fatti di Fornofilia: Alma Mater, codice etico e censura

  A gennaio si alzò il coro unanime in difesa della libertà d’espressione, ghiotta occasione per lavare pubblicamente tante facce e mani sporche di censura, e diritti negati. Ci ricordiamo la testa del corteo di Parigi, quel carnevale di Stato, i carnefici “incordonati” e col costume delle vittime. Anche l’Alma Mater il giorno dopo l’attentato […]