Sulla sorveglianza speciale per chi sostiene i curdi, nulla è concluso

Stampa

Il 15 Ottobre si è svolta al tribunale di Torino l'udienza per la richiesta della Procura di Torino per la sorveglianza speciale ad Eddy (ex combattente al fianco delle donne curde, le Ypj), Pachino (ex combattente al fianco delle unità curde maschili, le Ypg) e Jacopo (ex militante civile del Movimento per la società democratica del #Rojava).

||||
|||| ||||

Dopo nemmeno un'ora, il giudice, dopo la richiesta del nostri avvocati di poter ascoltare alcuni testimoni per i fatti contestati, si è riservato di decidere.

Dopo 15 giorni è arrivata la risposta del tribunale in cui viene accolta la richiesta fatta dal nostro difensore e vengono fissate 3 udienze: una il 25 novembre in cui verranno ascoltati i testimoni, le altre due il 9 e il 16 dicembre per la discussione.

Si ricorda che sono decine i casi segnalati per ognuno di noi, ma non si tratta di reati. Le segnalazioni arrivano da parte della polizia politica, la Digos, e riguardano la nostra presenza a presidi o cortei, senza aver commesso reati.

È ridicolo che venga scelto solo un giorno per l'ascolto dei testimoni, ma a breve uscirà un nostro scritto sulle valutazioni e le prossime iniziative in programma per le date dell'udienze.

Jacopo Bindi
Davide Grasso
Fabrizio Maniero
Maria Edgarda Marcucci
Paolo Pachino

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);