BOLOGNA: CENTINAIA IN PIAZZA PER LA PALESTINA NELL’ANNIVERSARIO DELLA NAKBA

Stampa

Centinaia di persone sono scese in piazza a Bologna per la Palestina, domenica 15 maggio, nell’anniversario della Nakba, “la catastrofe”, come i/le palestinesi chiamano la fondazione dello Stato di Israele, con la conseguente occupazione della Palestina ed espulsione di oltre 700mila abitanti arabi dalle loro terre.

||||
|||| ||||

La manifestazione, che ha attraversato le vie del centro cittadino, ha denunciato il silenzio internazionale di fronte all’uccisione, da parte dei soldati di Tel Aviv, della giornalista palestinese di Al-Jazeera Shireen Abu Aqleh e le violente cariche della polizia israeliana contro il funerale, con manganellate e lacrimogeni anche contro coloro che stavano portando il feretro. Imbrattata la sede del Rettorato dell’Università degli Studi di Bologna: i/le manifestanti hanno preteso la fine delle collaborazioni dell’Ateneo con il progetto coloniale sionista e le università israeliane. Proprio per chiedere la fine dei rapporti tra l’UniBo e Israele, oggi nuovo appuntamento all’esterno del Rettorato durante il Senato accademico. Il racconto della giornata a Bologna con Dawoud, dei Giovani Palestinesi d’Italia. Ascolta o scarica.

Da Radio Onda d'Urto

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons