Addio a Immanuel Wallerstein

Stampa

È morto ieri all’età di 88 anni il sociologo americano teorico dei Sistemi-Mondo.

||||
|||| ||||

Una vita spesa per smascherare i meccanismi di sfruttamento e dipendenza nascosti dietro al “naturale” funzionamento dell’economia di mercato. Ha dedicato il suo studio all’analisi delle condizioni istituzionali, economiche, sociali e geografiche su cui si sono basate storicamente la riproduzione e l’estensione del sistema capitalistico. Un impegno che lo ha portato a fianco dei movimenti rivoluzionari della periferia del sistema mondo, dal Messico al Kurdistan. Il suo sostegno ai movimenti antisistemici di ogni latitudine si è basato su una chiara lettura degli interessi in campo: 
“Il marchio del mondo moderno è l'immaginazione dei suoi profittatori e della capacità degli oppressi di farsi valere contro di essi. Lo sfruttamento e il rifiuto di accettare lo sfruttamento sono entrambi inevitabili e costituiscono la continua antinomia dell'era moderna, uniti in una dialettica che è ancora lontana dall'aver raggiunto il suo punto culminante nel ventesimo secolo.”

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);