Sabato 30/5 presidio solidale a San Vittore per gli arrestati/e del 1 maggio

Stampa

Sabato 30/5 presidio solidale a San Vittore per gli arrestati/e del 1 maggio

Di seguito il programma della giornata preso dall'evento Facebook:

Il 1 Maggio c'eravamo tutti/e: liberi/e tutti/e!

 

*h 11:00 
Ritrovo al mercato di viale Papiniano 
banchetto informativo e volantinaggio

*h 12:30
Concentramento in piazzale Aquileia 
Presidio musicale sotto il carcere di S.Vittore

*****

Questa giornata nasce come momento per incontrarci ed esprimere la nostra solidarietà agli-alle arrestati-e e a tutte le persone colpite dalla repressione nelle giornate che hanno preceduto e seguito il primo maggio.

Perquisizioni, arresti, fogli di via, sgomberi, fermi, espulsioni accompagnati da un'infame campagna mediatica hanno costruito un mostro attorno a chi lotta a Milano e in tutta Italia contro il modello di  sviluppo di Expo e della grandi opere.

E' arrivato il momento di ribadire apertamente che la devastazione che conosciamo
è quella che subiamo tutti i giorni nei nostri quartieri, sui posti di lavoro, nei nostri territori e che prende il nome di Expo, Tav, Muos, TEEm, Tap...

Con Expo si inaugura la fiera del lavoro non retribuito, della corruzione, degli sprechi e dei furti milionari, una nuova stagione di cementificazione e di militirizzazione del territorio.

Il primo maggio per le strade del centro di Milano, in decine di migliaia, abbiamo dato una risposta forte e decisa a questo modello di governo delle città. 

Il miglior modo per non finire fermi e immortalati nella giornata del primo maggio è rafforzare i propri percorsi nei territori, raccogliere e leggere le possibilità che questa giornata ha prodotto, stare nelle lotte e nelle situazioni di rottura col sistema attuale che si verranno a creare. Perché non c'è errore peggiore che vedere la lotta alla repressione slegato dalle lotte reali e quotidiane.

LIBERI TUTTI - LIBERE TUTTE!

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons