Lettera della mamma di uno dei no tav arrestati

Stampa

Questa mattina si è tenuta l'udienza di convalida per i tre giovani no tav arrestati la notte di venerdì nel corso di una manifestazione nei pressi del cantiere dell'alta velocità. In attesa del pronunciamento dei giudici riportiamo la lettera della mamma di uno dei ragazzi. Un esempio della portata del movimento no tav e di quanto rappresenta per quanti vi partecipano o lo sostengono: “siamo in tante e tanti e siamo dalla parte giusta”. Alice, Umberto e Cesare liber* subito!

||||
|||| ||||

Sono Cira, una donna, una compagna e la mamma di Cesare.
Io combatto per la giustizia a fianco dei giusti, contro chi non ha rispetto per la vita, la libertà e i diritti e combatto contro chi, con atteggiamenti mafiosi, mascherato da paladino del popolo e della legge, calpesta l’umanità.
Combatterò per loro e con loro e non mi arrenderò finchè ne avrò la forza e come madre ho insegnato ai miei figli a lottare per la giustizia a testa alta e a non arrendersi mai.
E’ grazie a tutto ciò che in questo momento riesco a trovare la forza di superare la mia angoscia di madre e trasformarla in lotta.
A mio figlio e agli altri compagni che con lui sono stati arrestati in Val di Susa va il mio pensiero.
E’ sempre da madre mi sento di gridare con forza che non bastano arresti e denunce e una stampa corrotta e menzognera a fermare la voglia di un mondo onesto e giusto.
Siamo in tante e tanti e siamo dalla parte giusta.
Forza Cesare, forza ragazzi siamo tutti con voi.
Mamma

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);