MAESTR* - In centinaia in corteo a Bologna contro la sentenza Fedeli.

Stampa

Ieri sera centinaia di maestre/i e solidali sono scesi in piazza a Bologna. Unito da un filo rosso ideale alla grande giornata di lotta antirazzista e antifascista che ha percorso tutta l'Italia, il movimento dei Diplomati Magistrali in rivolta contro la scellerata sentenza Fedeli si è infatti mosso per le vie della città in una rumorosa fiaccolata reclamando a sua volta una scuola pubblica libera e antirazzista.

||||
|||| ||||

Il corteo cittadino, analogo ad altri svoltisi in molte altre province, segnala un'importante tappa nel percorso di lotta che, a partire dalle prime settimane di mobilitazione, passando per la ben riuscita giornata di contestazione di Parma di domenica scorsa, avrà un fondamentale momento di culmine nello sciopero nazionale accompagnato dal corteo unitario del prossimo 23 febbraio.

In tale prospettiva, questa lotta, che ha come primo obiettivo impedire il licenziamento coatto di circa 60 mila insegnanti precari, costituisce senza dubbio un elemento chiave nel più complessivo spettro delle possibilità di sabotare e sovvertire le pessime politiche che tutti gli ultimi governi hanno riservato per ogni ordine e grado del nostro sistema formativo.

Per questa ragione in questa fase è più che mai urgente riprendere un dibattito che favorisca il confronto tra insegnanti, docenti, studenti ed ricercatori per connettere le varie esigenze di lotta e trasformazione nel precariato della formazione.

Un'occasione importante per farlo sarà senza dubbio il seminario “Sfruttamento nel mondo della formazione” previsto per venerdì 16 in Via Zamboni 32 alle ore 19 a cui rinnoviamo l'invito a partecipare numerosi.

Dalla pagina Fb del Collettivo Universitario Autonomo di Bologna

 

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);