Notte di fuochi in Val Susa: i No Tav resistono ai lacrimogeni, con Carlo nel cuore

Stampa
Video

In centinaia ieri sera hanno raggiunto i jersey alla Centrale di Chiomonte per una nuova giornata di lotta No Tav. Partiti dal campeggio di lotta tuttora in corso, i manifestanti hanno raggiunto il primo varco del cantiere.

|||||
||||| Infoaut|||||

Sono state poste palizzate e accesi fuochi per illuminare ulteriormente sulle ragioni della lotta ai tempi del nuovo governo gialloverde: è tempo di chiudere il cantiere, di destinare i soldi stanziati ad opere di pubblica utilità e di mettere fine alla presenza delle truppe di occupazione. La polizia ha reagito alla presenza dei notav lanciando lacrimogeni contro i manifestanti. Durante tutta l'iniziativa di lotta cori sono stati dedicati a Carlo Giuliani, ucciso 17 anni fa dalle forze dell'ordine.

Il commento su tutta la giornata (la seconda) di campeggio ieri su notav.infonotav.info

Altri video dall'account Twitter (2)

 

 

No Tav al cantiere ricordano Carlo Giuliani Infoaut

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);