Nantes, giovane di 22 anni ucciso da un poliziotto. Rivolte in città

Stampa

Si chiamava Bubakar, ha perso la vita ieri sera a Breil, quartiere popolare a nord di Nantes, per un colpo sparato dalla polizia senza motivo durante un controllo. Si sono susseguite delle rivolte nel quartiere per tutta la notte.

||||
|||| ||||

« Era già immobile, il poliziotto è arrivato, gli ha tirato un colpo a distanza ravvicinata. Gli ha messo una pallottola al collo dopo che lui era già immobile e non poteva già far nulla. [La polizia] girava in macchina per quartiere, cercavano di catturare qualcuno e di colpo lo hanno visto, il poliziotto ha perso il suo sangue freddo e ha sparato. Non hanno nemmeno cercato di assisterlo per il primo soccorso, non hanno fatto nulla[...] Ha perso la vita davanti a me. Non c’erano CRS feriti » Sono le parole di un testimone dell’omicidio riportate da Nantes Révoltée.

La rabbia nella notte è esplosa a Breil, ma anche nei quartieri vicini di Malakoff e Dervallières. Le proteste sono state dure, con auto incendiante ed edifici pubblici danneggiati: a Dervaillerès sono stati incendiati il Municipio e la Casa delle associazioni. Gli scontri fra gruppi di giovani e la polizia sono durati fino a stamani, barricate e molotov sono state usate per cacciare gli schieramenti che accerchiavano le zone.31cc2ef3310d53d94f2f195907bff272 emeutes nantes reveil charbon aux dervalllieres 1

Le dichiarazioni della polizia cercano in qualche modo giustificare l’assassinio dichiarando che il giovane, avendo un mandato di arresto per traffico di stupefacenti, sarebbe stato ricercato: avrebbe quindi cercato di fare retromarcia per scappare colpendo un agente al ginocchio. Ma le testimonianze dei testimoni oculari divergono da quelle della polizia. Sottolineano che il ragazzo era impossibilitato a fuggire e non avrebbe ferito nessuno facendo marcia indietro.
Gli abitanti dei quartieri sottolineano come non sia la prima volta che la polizia uccide e usa la violenza gratuitamente. « Cosa volete?[…] la collera è lì. Deve uscire la verità sulla sua morte ».

 

Potrebbe interessarti

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);