Genova, sfollati e cittadini in piazza

Stampa

Il 14 Agosto crollava il Ponte Morandi. Da allora le istituzioni locali e nazionali bisticciano sulla ricostruzione. I cittadini scendono in piazza per chiedere risposte concrete.

||||
|||| ||||

Migliaia di cittadini e sfollati oggi si sono mossi in corteo a Genova. La manifestazione è arrivata a piazza De Ferrari, fermandosi sotto alla prefettura e alla regione.  I cittadini della Valpolcevera chiedono interventi alle istituzioni per riaprire le strade e dare dignità a chi vive in quel quadrante della città. La manifestazione avviene in una giornata in cui sono programmati due eventi istituzionali. Uno alla Regione con una conferenza stampa del Governatore Toti e del Sindaco di Genova Bucci, da pochi giorni incaricato come commissario per la ricostruzione, e dall'altra l'incontro in città del Ministro delle Infrastrutture Toninelli e della commisaria europea Violeta Bulc. Sono previsti incontri in questi eventi con gli abitanti della Valpolcevera, che faranno pressioni per ottenere risposte ed impegni concreti.

Dal crollo va avanti uno scontro tra le amministrazioni locali e il governo sulla ricostruzione del ponte. Da una parte il governo si è impegnato ad estromettere Autostrade e a mettere in campo il decreto Genova per velocizzare la ricostruzione. Dall'altra il sindaco Bucci, a inizio Settembre, ha presentato il progetto di Renzo Piano del nuovo ponte invitando l'Ad di Autostrade Castellucci. Il governo negli scorsi giorni nel tentativo di ricompattare il fronte ha incaricto Bucci come commissario per la ricostruzione. Tutti parlano di interventi in tempi rapidi e fanno grandi promesse. Ma l'immobilismo delle istituzioni sta cominciando a diventare insostenibile per sfollati, commercianti e cittadini. Le istituzioni aspettano che l'attenzione mediatica passi, gli abitanti non hanno alcuna intenzione di normalizzare le condizioni attuali di vita.

 

Infoaut 2017 - Facciamo Movimento per il Movimento infoaut 

Licenza Creative Commons

});})(jQuery);